11 cose che i londinesi prendono molto, ma molto seriamente

11 cose che i londinesi prendono molto, ma molto seriamente

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Vivere a Londra è un’esperienza particolarissima e unica, nel bene e nel male. Tra una corsa e l’altra, una tazza di tè e una pinta di birra, una litigata con i coinquilini e una serata a un concerto, ci sono cose che i londinesi prendono molto, molto sul serio, ma che spesso vengono considerate superficiali o non così importanti da chi a Londra non ci vive.

La tube

La tube è uno degli elementi che rendono Londra iconica, e prenderla è veramente un affare serio per i londinesi. In realtà, ogni londinese pensa che dovrebbe essere consegnato un manuale di regole per i turisti e le persone arrivate da poco in città: non sostare sulla sinistra sulle scale mobili, scorrere nella carrozza, non parlare con chi non conosci sulla tube e via dicendo sono regole universali ed eccezioni non sono contemplate o concedibili.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Le file

A differenza di molti italiani, gli inglesi tendono a essere molto disciplinati in fatto di file, anche quando sono in ritardo e segretamente coltivano la speranza che tutte le persone davanti a loro siano colte improvvisamente da un attacco di narcolessia. Ciò che però non è tollerato sono i furboni che saltano la fila, soprattutto quelli che si spingono in avanti per montare sulla tube gremita a Oxford Circus alle 5 del pomeriggio. Odio puro.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Le istallazioni temporanee

Mostre temporanee, installazioni temporanee, ristoranti con igloo, bar a tema Breaking Bad, feste sui tetti, a Londra sono tante le novità che di mese in mese rendono speciale la città e di cui possiamo godere per un periodo limitato, visto che non sono su base permanente (tanto che in inglese li chiamano semplicemente pop-ups). E i londinesi stanno in fissa con queste cose: basta dire “pop-up” e la fila davanti all’attrazione del momento è assicurata.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

I food trend

“Hai già assaggiato i rainbow beigel?”, “Hai provato i nuovi cronut?”, “Sei già andato al nuovo ristorante con menù a base di Nutella?”. Un londinese non può permettersi di rispondere no, perché dovrà essere il primo a provare il nuovo food trend prima di tutti gli altri. E postarlo su Instagram, of course.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Il tempo

La pioggia e il vento non sono certo novità a Londra. Il cambio repentino di quattro stagioni in un giorno, neanche. Tuttavia, i londinesi non possono trattenersi dal lamentarsi del tempo, che poi è sempre un buon modo per colmare conversazioni vuote e senza senso. Un “Brutta giornata, non trovi?” non è proprio possibile trattenerlo.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Il giorno più caldo dell’anno

Se c’è una cosa che i londinesi prendono sul serio è l’annuncio del giorno più caldo dell’anno. Dato che capire quando l’estate arriverà e quanto durerà a Londra è sempre difficile, da febbraio-marzo, all’annuncio di ogni giornata leggermente meno fredda del solito, si brinda ed esalta alla giornata più calda dell’anno, organizzando pic-nic e serate brave nei parchi. E come sempre, non mancano i consigli del Metro sull’importanza della protezione solare e su come proteggersi dai colpi di calore, anche se la temperatura massima annunciata è di 15° gradi.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Le soste

Tanti dei miei amici in visita a Londra si stupiscono del perché tutti vadano di corsa. Inutile spiegare il perché, l’importante è istruirli a non fermarsi per niente al mondo davanti al tornello per cercare la Oyster Card o nel mezzo ai marciapiedi affollati. Fermarsi a un semaforo rosso per pedoni? Ma quando mai.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

I ritardi

Dopotutto, i londinesi odiano i ritardi. Soprattutto quello della tube. Aspettare quattro minuti per la metro successiva è davvero l’incubo di ogni londinese. Un taxi che ritarda di due minuti? Siamo troppo importanti per aspettare così a lungo.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Il Natale

A Londra il Natale è preso molto seriamente. È il periodo in cui chi lavora nei negozi, nei bar e nei pub deve mettere a frutto tutti i corsi zen fatti per evitare di mandare maledizioni Cruciatus su tutti i clienti, mentre tutti gli altri sono occupati a provare la pista di pattinaggio, il pop-up natalizio, il villaggio di Natale e i diecimila mercatini natalizi della città. Per non parlare della festa di Natale aziendale… finire a ballare in mutande sui tavoli insieme al capo dell’azienda è un obiettivo preso con molta serietà.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

L’affitto

La parola “affitto” fa lo stesso effetto ai londinesi del pronunciare “Voldermort” ai maghi di Harry Potter. Niente è più terribile, oscuro e indicibile dell’argomento casa e affitto a Londra. E non penso ci sia bisogno di dare ulteriori spiegazioni.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Londra

Solo i londinesi possono lamentarsi di Londra. Perché tu che non ci vivi, proprio non puoi dire niente di male sulla nostra carissima (in tutti i sensi) città del cuore.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

via GIPHY

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti