L’Umbria riparte dal turismo al “World Travel Market” di Londra

L’Umbria riparte dal turismo al “World Travel Market” di Londra

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Come ogni anno Londra ha ospitato il World Travel Market, uno degli appuntamenti più importanti in Europa per la promozione turistica. Dal 7 al 9 novembre si è tenuta la 37esima edizione della fiera dedicata al settore dei viaggi, un’opportunità per gli addetti al settore di incontrarsi, di creare contatti, stipulare accordi e fare affari.

Tra i cinquantamila partecipanti provenienti da 182 Paesi, all’interno del padiglione Italia era presente anche una delegazione di dieci operatori umbri che ha voluto partecipare con due eventi significatici: la presentazione da un lato del progetto “In.Itinere”, per promuovere i cammini attraverso la regione del Centro Italia, dall’altro dell’offerta wedding in collaborazione con la Toscana.

Alla fiera è voluto essere presente anche il vicepresidente della Regione Umbria e assessore al turismo Fabio Paparelli per lanciare un messaggio di grande speranza riguardo la sua terra, ora più che mai sofferente a causa delle numerose scosse di terremoto degli ultimi mesi:

L’Umbria vuole ripartire dallo scorso 24 agosto che aveva fermato le lancette del turismo ad un + 10 % di arrivi e presenze, a testimonianza di un piccolo boom turistico, con una crescita doppia a quella del paese. Ci stanno arrivando segnali di vicinanza da tutto il mondo ma ritengo che un ulteriore gesto di solidarietà sia quello di contribuire a far ripartire il turismo nella nostra terra, perché al di là della porzione di territorio colpita dal sisma dove peraltro non si sono registrate vittime o feriti, l’Umbria è in grado di accogliere turisti in molte splendide località in piena sicurezza. Il cuore verde d’Italia, dunque, continua a pulsare, con le sue grandi bellezze”.

Riguardo l’argomento così delicato l’ambasciatore d’Italia per il Regno Unito S.E. Pasquale Terracciano ha ribadito l’invito a Paparelli per il 6 dicembre all’Ambasciata di Londra dove sarà organizzato un grande evento di sottoscrizione in favore delle popolazioni umbre colpite dal terremoto. Per l’occasione sarà presente anche l’attore hollywoodiano Colin Firth, molto legato alle terre del Centro Italia tanto da aver acquistato una villa proprio a Città della Pieve, in provincia di Perugia.

Onorato per l’invito, Paparelli ovviamente ha espresso tutto il suo entusiasmo per l’iniziativa, consapevole che anche la partecipazione alla fiera internazionale londinese sia un buon punto di partenza per il mercato turistico umbro:

“Questo di Londra rappresenta un appuntamento davvero speciale: è la prima volta che più regioni italiane, insieme, si presentano su un mercato estero con un’offerta comune. Per il Paese dei mille campanili è davvero una piccola rivoluzione e, nonostante le avversità contingenti, siamo fieri di farne parte“.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti