Le più belle e particolari librerie da visitare a Londra

Le più belle e particolari librerie da visitare a Londra

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

L’era del digitale ci sta risucchiando, ma nonostante ciò a Londra è possibile ancora perdersi in librerie straordinarie che non solo offrono una varietà di volumi ampia e ricercatissima, ma meritano di essere visitate per l’atmosfera magica che vi si può respirare. Ogni locale ha una storia ricca di fascino e mistero e, passeggiando tra gli scaffali, non potrete fare a meno di farvi trascinare in una dimensione surreale e fantastica. Insomma, che siate bibliofili o meno, a Londra troverete l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le librerie, ma quelle citate di seguito sono davvero imperdibili.

Atlantis Bookshop 

atlantis

L’Atlantis Bookshop è stata fondata nel 1922 da Michael Houghton, esperto di pratiche pagane, che ha voluto fare del suo locale non solo un classico negozio per libri, ma un vero e proprio punto di incontro sociale in cui i visitatori potessero acquistare anche oggettistica legata alla magia nera. Attualmente la libreria è gestita da Geraldine Beskin e continua a produrre edizioni proprie, come quella del “Book of the Law” del celebre scrittore incline al paranormale Aleister Crowley.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Big Green Bookshop 

The Big Green Book Shop

Fin dalla sua apertura nel 2008, il Big Green Bookshop ha raccolto un grande seguito tanto che i suoi clienti abituali si fanno chiamare “Big Greenaholics“. Si tratta di una libreria indipendente di proprietà di Simon Kay e Tim West, due simpatici ‘ragazzacci’ che si fanno voler bene tanto che, dopo aver subito un furto di 600 dollari, sono riusciti a recuperarne 5 mila grazie ad una raccolta fondi.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Foyles 

foyles

Foyles è una delle librerie più famose e amate a Londra, ormai diventata una vera e propria meta turistica. Nata nel 1903 presso la casa dei suoi fondatori, William e Charles Foyle, si è successivamente spostata lungo la Charing Cross Road, entrando nel Guinness dei Primati per avere il più ampio sviluppo in altezza degli scaffali su cui sono posizionati i libri. Oltre che a consultare libri, è possibile anche rilassarsi in una grande e luminosa caffetteria presente al suo interno.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Hatchards

hatchard-book-shop-london

Hatchards è la più antica e, probabilmente, anche la più grande libreria della capitale inglese. Esiste dal 1797 e tutt’oggi conserva la stessa aria raffinata che gli appartiene ormai da più di due secoli. Tra i suoi scaffali è possibile scovare libri introvabili, soprattutto inerenti alla storia, e molto spesso il locale ospita eventi letterari o lanci di nuove opere con la presenza dell’autore.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Heywood Hill

hill

Heywood Hill, aperta dal 1936, si autodefinisce come punto di riferimento letterario a sè stante. Negli anni sono stati molti gli scrittori che hanno frequentato la libreria, tra cui Cyril Connolly, Osbert Sitwell e Evelyn Waugh che nel dopoguerra la nominarono ‘il centro di tutto ciò che era rimasto della moda e dell’intellettualità di Londra“.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti