Banksy Bunker: il primo spazio espositivo permanente a Londra

Banksy Bunker: il primo spazio espositivo permanente a Londra

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

E’ aperto da pochi giorni a Londra il primo spazio espositivo permanente delle opere di Banksy.

L’appuntamento per gli appassionati è presso l’ HangUp Gallery a Dalston (81 Stoke Newington Road ). La galleria ha infatti inaugurato da pochissimo uno spazio espositivo dedicato all’artista, il Banksy Bunker all’interno del quale potrete trovare più di quindici pezzi originali e stampe siglate (e non) dall’artista.

Attivo dagli anni ’90 sulla scena artistica inglese, Banksy è riuscito ormai da tempo a far crollare ogni barriera fra arte di strada e arte ospitata dalle gallerie più prestigiose e la sua fama ha superato ogni confine. A visitare l’installazione artistica-parco a tema “Dismaland“, creata dall’artista nel 2015 a Weston super Mer in Summerset, sono arrivati visitatori da tutto il mondo.

Anche se non siete investitori e collezionisti, ma semplicemente appassionati di uno dei più famosi street artist di sempre, l’esibizione permanente di Dalston, è l’occasione per ammirare il lavoro di Banksy da vicino, visto che l’ingresso è gratuito e la galleria è aperta dal martedi alla domenica dalle 12 alle 18.

In un intervista rilasciata a TimeOut  il direttore della Hang Up Gallery, Ben Cotton ha spiegato che si tratta del primo spazio espositivo a Londra dove poter osservare una collezione permanente dell’artista, dai suoi primi lavori ai giorni nostri, tra stampe e installazioni.

Il Banksy Bunker non è grandissimo, ma merita sicuramente una visita. Se invece preferite ammirare la street art là dove è nata, all’aperto e sui muri, la HangUp Gallery, specializzata in opere di Banksy dal 2008, ha da poco pubblicato sul suo sito un elenco dei luoghi in cui, a Londra, è ancora possibile ammirare dal vivo i graffiti dell’artista.

Per ulteriori informazioni, potete visitare il sito ufficiale.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti