Riapre a Londra la meravigliosa Queen’s House

Riapre a Londra la meravigliosa Queen’s House

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Dopo essere stata chiusa per lavori di ristrutturazione da luglio dello scorso anno, finalmente la monumentale Queen’s House è stata riaperta al pubblico per la gioia dei turisti che proprio in questo periodo sono in giro per Londra, ma anche di chi risiede stabilmente in città.

Si tratta di un complesso architettonico situato nel Parco di Greenwich,  non a caso ha preso il nome di “Casa della Regina”: la struttura infatti, fu costruita in onore di varie sovrane che vi vissero per periodi più o meno lunghi nel corso degli anni.

A costruirla fu l’architetto Inigo Jones nel 1616 sotto incarico di re Giacomo I che aveva intenzione di farla diventare dimora della moglie Anna di Danimarca. Purtroppo la consorte morì prima della fine della costruzione della villa ed i lavori vennero ripresi solo dieci anni più tardi sotto re Carlo I per la moglie Henrietta Maria. Nel corso delle epoche successive sono state svariate le ristrutturazioni e le destinazioni del complesso, fino ad arrivare al 1937 quando diventò sede definitiva del Museo Marittimo Nazionale.

Ad oggi non si può che restare incantati dalla bellezza di tutta la struttura che senza dubbio è maestosa ma che, contemporaneamente, conserva l’eleganza tipica dell’architettura classica. Dall’esterno salta all’occhio il palazzo centrale interamente bianco, abbracciato da due colonnati laterali dello stesso candido colore che si estendono dal Tamigi al Parco di Greenwich, immersi in un curatissimo giardino all’inglese.

L’interno della struttura, invece, è un susseguirsi di sculture e dipinti, originali e non, tra cui è impossibile non ricordare l’iconico ritratto della Regina Elisabetta I detto “The Armada Portrait”. Nonostante le numerose opere d’arte presenti, l’elemento più affascinante di tutta la villa rimane però l’eccezionale ‘Scala Tulip’, una delle prime scale a spirale senza supporto costruite in Inghilterra.

tulipstair_queenshouse_greenwich

L’effetto ottico che si può ammirare salendo quei gradini è davvero suggestivo, per non parlare della vernice blu che ricopre la struttura in ferro della scala, costituita da frammenti di vetro. Insomma, se si è a Londra una tappa alla Queen’s House è obbligatoria: la visita è gratuita e può essere effettuata ogni giorno dalle 10 alle 17.

Attenzione, però ad una sola controindicazione: leggenda vuole che la villa sia infestata da fantasmi tanto che un canadese, immortalando la famosa scala, ha ritrovato nelle sue foto delle figure spettrali, quindi siate pronti a qualsiasi tipologia di incontro!

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti