Ristoranti e bar posseduti dalle celebrità a Londra: ecco quali sono

Ristoranti e bar posseduti dalle celebrità a Londra: ecco quali sono

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

A Londra, si sa, le celebrità non mancano, anche se apparentemente sono sempre gli altri a incontrare Kit Harington in metropolitana o Jude Law al pub sotto casa. L’alternativa più valida per vedere i nostri attori o cantanti preferiti è andare a teatro o a un concerto, ma forse non sapevate che molti ristoranti e bar di Londra sono posseduti da star del cinema, della musica o dell’arte!

Come se la caveranno le celebrità alle prese con la gestione di locali? Per scoprirlo basta che ci facciate un salto… chissà che sia la vostra giornata fortunata e troviate i famosi proprietari ad attendervi!

Nobu – Robert De Niro

Robert De Niro è uno degli attori più prolifici e famosi di Hollywood, ma nel suo curriculum può anche vantare di essere il cofondatore della catena di ristoranti Nobu. Nel mondo esistono circa 30 locali del brand, due dei quali si trovano al centro di Londra: la cucina proposta è un giapponese “new style”, in quanto influenzata da sapori tipicamente sudamericani. L’altro proprietario, lo chef Nobu Matsuhisa, ha dato il nome al ristorante, spesso frequentato da celebrità.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

The Grapes – Sir Ian McKellen

Al momento Sir Ian McKellen è a teatro a Londra con No Man’s Land, ma se non siete riusciti a trovare i biglietti per lo spettacolo, potrete sempre andare da Grapes, pub acquistato dal Gandalf de Il Signore degli Anelli. The Grapes è un pub inglese tradizionale, situato nell’East London, con long bar in stile vittoriano e terrazza con vista sulla City. Si dice che anche Charles Dickens amasse ballare sui tavoli del pub a suo tempo… c’è bisogno di dare altri motivi per provarlo?

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Dandy Café – Gus Unger Hamilton (Alt J)

Se ascoltate un po’ di musica indie pop alternative, sicuramente conoscerete gli Alt-J, band inglese composta da Gwil Sainsbury, Joe Newman, Thom Green e Gus Unger-Hamilton. Quest’ultimo, prima di diventare il tastierista del gruppo, sognava di fare lo chef. Ha così deciso di aprire un bar a South Hackney, dove si servono vini naturali e cibo semplice ma delizioso.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Steam & Rye – Kelly Brook

Kelly Brook è una modella e attrice britannica, molto famosa in patria: anche lei ha acquistato un cocktail bar di lusso in Leadnhall Street. Gli interni sono stati creati dal designer di Hollywood Jonathan Lee in modo da ricordare la struttura della Grand Central Station di New York. Il menu dei cocktail ha di tutto, dal Juan Direction (cocktail con tequila e agave) al Mile High, servito con aeroplanini di carta, e non mancano drink serviti in bocche di dinosauro o di squalo. Musica live e un rodeo sono disponibili. Inoltre, il mercoledì sera si festeggia la Ladies Night: le ragazze possono acquistare i cocktail a metà prezzo!

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Pharmacy 2 – Damien Hirst

L’artista britannico Damien Hirst, dopo aver chiuso il suo Pharmacy a Notting Hill, ha deciso di aprire un ristorante simile presso la sua Newport Street Gallery a Vauxhall. Gli interni riflettono il nome del locale, con enormi pillole colorate che adornano le pareti e i banconi. La domenica sera, nei mesi autunnali, troverete cocktail da aperitivo fino alle 10 di sera e potrete cenare e ascoltare musica con DJ set fino alle 2am.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti