BREAKING

Brexit: rimandato il voto al Parlamento, May chiede negoziati d’emergenza

|
EU Network

Caos Brexit: il voto sull’accordo tra UE e Londra è rimandato

Tante novità si sono susseguite nella giornata di oggi, lunedì 10 dicembre, per quanto riguarda la Brexit. A metà novembre era giunta la notizia per cui Regno Unito e Unione Europea avevano firmato la bozza di accordo per disciplinare l’uscita di Londra dall’UE, ma il voto di approvazione al Parlamento britannico, previsto per la giornata di domani, è stato rimandato. Decisone di Theresa May e del Governo, preoccupati dal fatto che l’accordo non sarebbe stato approvato in questa versione. 

“Non procederemo in questo momento”, ha detto il Primo Ministro alla Camera dei Comuni come riporta Il Corriere della Sera. “Ho ascoltato molto attentamente i tre giorni di dibattito sull’accordo ma è chiaro che restano profonde preoccupazioni” soprattutto per quanto riguarda l’Irlanda del Nord.  Per questo motivo, la votazione è stata rinviata e Theresa May ha chiesto all’UE di aprire nuovi negoziati d’emergenza per ottenere maggiori concessioni. Inoltre, il Governo si sta muovendo per affrettare il lavoro su come affrontare l’uscita dall’UE in caso di “no deal”. 

Accordo sulla Brexit: cosa succede adesso

Le parole di Theresa May alla House of Commons sono state beffeggiate dalle opposizioni parlamentari e l’ipotesi di dimissioni anticipate si fa sempre più concreta. Intanto, la sterlina sta perdendo valore, raggiungendo il valore più basso da aprile 2018. A questo punto molto dipenderà dalle possibili aperture dell’Unione Europea, la cui Corte di Giustizia, tra l’altro, ha deliberato proprio oggi che il Regno Unito potrebbe ritirare la domanda di uscita dall’UE anche senza l’accordo unanime da parte degli altri 27 Stati Membri dell’Unione. Si è fatto chiarezza, quindi, su un’interpretazione dell’art. 50 TUE che disciplina l’uscita di uno Stato dall’organizzazione. Così come è lo Stato che vuole uscire a fare domanda, lo stesso può ritirarla prima che l’iter di uscita sia completato.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0