5 modi per superare l’inverno a Londra

5 modi per superare l’inverno a Londra

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Nel momento stesso in qui scrivo questo post Londra sta vivendo la sua Indian Summer, e non mi sembra vero che in pieno ottobre fuori ci siano delle giornate di sole che anche a primavera ci sogniamo. Purtroppo ho imparato ad aspettarmi il peggio dal clima di questa città, e non mi illudo che la situazione duri a lungo: l’inverno arriverà, presto, e senza nemmeno la transizione autunnale. C’è da dire che in questa città il cambio di guardaroba è anche facile.

A tutti voi che siete freschi freschi arrivati nella grande capitale europea, e agli altri a cui invece l’estate indiana ha fatto dimenticare com’è davvero il freddo a Londra: ecco qualche consiglio per superare la stagione invernale, che qui è quella che va da novembre a giugno.

1. Fate sport

E quando dico sport, non intendo per forza spendere soldi per andare in palestra. Basta anche una bella corsa all’aperto. Da un lato sembra un’ovvietà, dall’altro una follia. Cioè, se fuori fanno meno 3 gradi io dovrei crearmi le stalattiti sotto al naso per tenermi in forma? Sì, ma non è solo quello. Avete presente la soddisfazione di tornare a casa grondanti sudore e buttarsi sotto una bella doccia bollente? Ecco, penso che abbia molto più valore se la corsa è stata fatta con un clima poco favorevole. Tra l’altro dopo venti minuti il freddo neanche lo sentite più, e per questo motivo personalmente vi consiglio almeno 40 minuti di corsa per raggiungere la soddisfazione ottimale. Che diventa il top se nel frangente vi siete beccati anche un bell’acquazzone.

2. Investite su una connessione a banda larga e un piumone bello caldo

D’altro canto mi devo rivolgere anche a chi di uscire fuori di casa non ne vuole proprio sapere. Perfetto: quale modo migliore per godere del fantastico privilegio di avere un tetto sopra la testa e un letto su cui dormire se non quello di passare le serate a guardare film in streaming avvolti in una bella coperta pesante? Quando andate da Primark e pensate subito all’articolo più economico calcolate che qualche decina di pound in più nell’acquisto del vostro piumone possono fare la differenza tra un riposo soffice e confortevole e una notte passata a stringervi in posizione fetale. Se poi considerate che in questo modo risparmiate anche sul riscaldamento, fate un po’ voi i conti.

3. Per l’amor di Dio, non vi chiudete nei pub

Ora, io lo so che dopo una giornata di lavoro siete stanchi e quei locali dall’arredamento in legno pervasi dall’odore di vin brulè vi fanno sentire molto come se foste in vacanza in montagna… Ma non ci cascate! Non vorrete mica entrare nel circolo vizioso del londinese che non sa dove andare la sera a meno che non abbia prenotato un’evento speciale un mese prima e quindi come alternativa economica si getta nella prima taverna? Che poi, in molti casi, tanto economica non è. Una pinta tra amici ci sta anche bene, troppe diventano un attentato al portafogli e un hangover colossale per il giorno dopo al lavoro. Se proprio di quest’ultimo non vi importa, tanto vale organizzare un party privato in casa: atmosfera molto più intima e divertente.

4. Dimenticate il Natale della vostra infanzia

Difficile orientarsi temporalmente in una città dove a ottobre già appaiono le luci di Natale a Oxford Street. Ma in questo Londra non è tanto diversa dall’Italia, che vede i panettoni sugli scaffali già dall’apertura delle scuole. Però qui il consumismo sfrenato della vostra festa preferita raggiunge l’apice: Winter Wonderland, mercatini finto-bavaresi, e l’ennesima riproposizione del musical di A Christmas Carol sono tutte cose che costano e che lasciano poco spazio all’autenticità del clima natalizio. Quello che da piccoli vi faceva attendere con ansia l’8 dicembre per montare l’albero, e vi faceva venire il magone il giorno dell’Epifania perché lo smontavate. Se cercate a Londra qualcosa di davvero tipico e autentico, però, vi consiglio di assistere al rito dell’accensione dell’albero a Trafalgar Square: lì davvero sentirete nel cuore il vero connubio inverno = Natale.

5. Programmate la vostra fuga

Se proprio non tollerate il freddo, allora pensate a un viaggio. Ma non mi riferisco ai Caraibi o alle Canarie. In realtà pensavo più a un viaggetto in Europa. Se c’è una cosa bella di Londra è che si può volare per pochi pound verso centinaia di luoghi del Vecchio Continente. E l’inverno è il periodo migliore per farlo, precisamente i mesi di ottobre/novembre e gennaio/febbraio, quando i biglietti hanno costi ridicoli anche nei week end. La pianificazione può avvenire anche solo con poche settimane d’anticipo.

Ma i mesi di novembre, dicembre e inizio gennaio sono anche i migliori per cominciare a organizzare il proprio rientro estivo. Purtroppo i voli per numerose destinazioni in Italia diventano carissimi nei mesi estivi, e ce ne accorgiamo già prenotando con 10 mesi d’anticipo. Ma tra novembre e dicembre abbiamo ancora delle tariffe abbordabili, e a inizio gennaio, appena conclusesi le feste, molte compagnie fanno scattare un brevissimo periodo di saldi che vede una corsa sfrenata degli utenti per cercare di accaparrarsi il biglietto più economico.

Giocando d’anticipo non solo avrete risparmiato, ma vi sarete levati un enorme pensiero. E tutte le volte che starete maledicendo il freddo londinese potrete rivolgere la mente all’ottimo ragù fumante di mammà che vi aspetterà a tavola al vostro ritorno. Lo stomaco brontolerà, ma il cuore vi si riscalderà in un baleno.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti