CONSIGLI-UTILI

Progetto “Primo approdo” del Consolato Italiano a Londra: un aiuto per i nuovi arrivati

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Trasferirsi a Londra è per la maggior parte di noi un sogno che si avvera o comunque l’inizio di quello che crediamo sarà un’esperienza unica e entusiasmante. Tuttavia, quando si arriva a intraprendere i passi necessari per integrarsi in un paese straniero, tutto diventa più complicato.

Proprio al fine di chiarire le idee a chi si è un pò perso tra la miriade di informazioni trovate su Internet ma  soprattutto  per evitare che persone in preda a un comprensibile panico si affidino a agenzie che promettono di trovare lavoro, casa, NIN in cambio di una somma di denaro (state alla larga!), il Consolato Generale d’Italia a Londra ha deciso di offrire un servizio chiamato “Primo approdo”.

Il progetto consiste in una serie d’incontri di circa un’ora – dalle 18 alle 19 – presso il Consolato (83-86 Farringdon Street, London, EC4A 4BL) dedicati a chi è recentemente arrivato a Londra e che di volta in volta affrontano una tematica diversa tra le seguenti: casa, lavoro, salute, istruzione, aspetti fiscali e legali. Gli incontri sono affidati ad alcuni speakers, in genere persone che vivono, lavorano a Londra da diversi anni e che sono specializzati nelle materie trattate (es. avvocati, selezionatori di personale).

Non vi aspettate di trovare risposte esaustive a tutti i vostri dubbi così come probabilmente riceverete consigli, spiegazioni  di procedure e notizie che  avrete già letto pari pari in rete (penso a come fare un cv in inglese, cos’è il minimum wage o il NIN); tuttavia, non mancano interventi interessanti, soprattutto per quanto riguarda approfondimenti degli aspetti legali e fiscali (come è strutturato un contratto, come aprire una società, cosa fare in caso di datore di lavoro che paga in nero o non rispetta le leggi sul lavoro, problemi con le case…), oltre ad essere un modo per avere un ulteriore parere, porre domande specifiche – alla fine dell’ora sono previsti altri circa 20 minuti per rispondere alle vostre richieste – o quantomeno per ralazionarsi con altri nuovi arrivati.

L’aspetto meno chiaro del progetto “Primo approdo” è la frequenza degli incontri. Sul sito del Consolato si parla di incontri mensili, ma dall’inizio del 2015  è stato organizzato un solo meeting a fine febbraio e l’altro si terrà questo mercoledì 10 giugno con argomento “casa e lavoro”. Dopo un iniziale doppio appuntamento nel gennaio 2014, quando il progetto è stato avviato, gli incontri si sono svolti su base mensile fino a estate 2014, dopodichè  ogni 2 mesi circa e ora ne sono passati 4.

Dal sito del Consolato sembrerebbe che ci siano ancora posti libero per l’incontro di mercoledì, quindi date un’occhiata a questa pagina per iscrivervi; altrimenti, per le date dei prossimi appuntamenti, seguite la pagina del Consolato su Facebook.

Per partecipare è infatti necessario iscriversi a l’indirizzo fornito qui sopra, cliccando nel banner rosso infondo alla pagina e inserendo i vostri dati personali.

Se invece volete aderire all’iniziativa in qualità di speaker, dovete mandare una email a londra.primoapprodo@esteri.it allegando il vostro cv (p.s gli interventi NON sono retribuiti).

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto