Logo Londra Da Vivere
CORONAVIRUS

Coronavirus Londra, ecco il piano a 3 livelli per il Natale

|
EU Network
AEMORGAN

Cosa accadrà dopo la fine del Lockdown nazionale il prossimo 2 dicembre? E soprattutto, quali libertà -se previste- ci saranno concesse a Natale? Facciamo chiarezza.

Partiamo prima con la buona notizia. Stando alle indiscrezioni raccolte da SkyNews, tutti i leader di Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord concordano sulla necessità di armonizzare le regole per un “piccolo numero di giorni” a ridosso del Natale. Ciò renderà molto più semplice -e si spera non troppo pericoloso- spostarsi e vedere amici e familiari, anche se risiedono fuori Londra. Per i rientri in Italia, è tutta un’altra storia invece.

La volontà di fondo resta infatti quella di consentire un temporaneo “allargamento della bolla familiare” al di fuori delle 4 mura domestiche, basato su un sistema con 3 livelli molto simile a quello dei mesi scorsi. A riguardo, tuttavia, i dettagli sono scarsi: verranno annunciati dal primo ministro in persona, Boris Johnson, mercoledì.

Nuovo Sistema a 3 Livelli

Il nuovo sistema a 3 livelli prevede diversi tier con restrizioni crescenti da applicare su base locale a seconda dei contagi. Le misure saranno grossomodo simili alle precedenti, ma con alcune importanti differenze. Sembra infatti che:

  • I negozi non necessari resteranno aperti in tutti e 3 i livelli.
  • Le palestre potranno restare aperte.
  • Sarà eliminato il coprifuoco per pub e ristoranti dopo le 22.00, per lo meno in alcuni livelli.

Bolle Familiari Allargate a Natale

Fermo restando che si tratta solo di voci di corridoio, sembra che si potrà riunire sotto lo stesso tetto fino a 3 nuclei familiari diversi, tra il 24 e il 28 dicembre; una novità che varrà in tutto il territorio dell’Unione.

Pare inoltre che saranno consentite anche le messe in chiesa, ma in ogni momento verrà richiesto di esercitare cautela e, se possibile, di evitare come sempre spostamenti non necessari e contatti sociali.

“I ministeri hanno abbracciato l’obiettivo comune di facilitare un ulteriore allargamento -momentaneo e limitato- dei nuclei familiari per un piccolo numero di giorni” ha chiosato il Ministro di Gabinetto Michael Gove domenica, aggiungendo che misure simili sono in fase di trattativa anche col governo irlandese. Ma al pubblico “si raccomanda cautela.”

Prospettive a Medio e Lungo Termine

Difficile prevedere l’evoluzione delle cose nei prossimi mesi. Si spera che questo grado superiore di libertà natalizia non ci presenti un conto salato a gennaio.

Il governo, manco a dirlo, è ottimista e ritiene che le restrizioni potranno essere allentate in relazione alla disponibilità dei vaccini; le prime dosi dovrebbero essere rese disponibili già il prossimo mese, ma per una campagna di vaccinazioni di massa se ne parla comunque nel 2021.

Sempreché non ci siano intoppi di altra natura. Insomma, delineare una tempistica è impossibile: il nostro futuro è letteralmente nelle mani della scienza.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0