Logo Londra Da Vivere
CORONAVIRUS

Covid Londra: per la prima volta zero decessi in 6 giorni

|
EU Network
AEMORGAN

Finalmente si vede luce in fondo al tunnel. Per la prima volta dall’inizio dell’anno, gli ospedali di Londra registrano zero morti per Covid-19 negli ultimi 6 giorni. Merito delle misure di lockdown, e della vaccinazione di massa che sta dando i frutti sperati.

L’inversione aveva iniziato timidamente a fare capolino alla fine del mese scorso, quando il Public Health England (PHE) aveva rivelato che ben 9 regioni del Regno Unito certificavano zero vittime per Coronavirus per almeno 24 ore nella settimana precedente al 26 marzo; Londra, in quel periodo, purtroppo faceva ancora 1,5 decessi al giorno. Ma anche nella Capitale le cose stavano rapidamente evolvendo in meglio.

Le ultime statistiche del PHE mostrano infatti che in 3 aree del Regno Unito non si sono verificate morti per Covid nei giorni scorsi: a Est, Nord Est e Sud Ovest del paese i morti sono esattamente zero entro 28 giorni dalla prima diagnosi. Ed è una tendenza oramai generalizzata e in netto contrasto rispetto allo scenario desolante cui eravamo abituati; ricorderete senza dubbio quando Londra costituiva l’epicentro della prima ondata e contribuiva da sola al 12% delle morti per Covid a livello nazionale. Sembra passato un secolo rispetto allo scorso gennaio, quando si vedevano ancora oltre 200 morti al giorno a causa del virus.

Ora invece giunge una notizia che pare aria fresca: nell’ultima settimana, e per la prima volta nel 2021, gli ospedali della City non hanno visto decessi per Covid-19. Il picco massimo si era avuto esattamente un anno fa, di questi tempi, con 230 morti al giorno. E sebbene non sia la prima volta che caliamo a zero (era già accaduto lo sorso 27-28 febbraio), stavolta il record consiste nel fatto che lo zero assoluto sia stato mantenuto per ben 6 giorni.

Nel resto del paese nel suo complesso, i numeri ufficiali parlano di 12 morti per Coronavirus in 6 giorni, tutte avvenute in persone tra i 60 e i 79 anni; già da qualche tempo, infatti, nessuna delle vittime ha meno di 40 anni. Calano anche gli ingressi in ospedale, raggiungendo un nuovo record degli ultimi 6 mesi: -92% di ricoveri in tutto il Regno Unito.

C’è da dire che di solito, dopo i weekend, i casi di morte per Covid-19 vengono segnalati un po’ più lentamente rispetto alla settimana lavorativa; ed è possibile che il fenomeno sia perfino più accentuato a causa del weekend pasquale. Ma se pure le cose dovessero cambiare un po’ nelle prossime ore, è incontestabile che i numeri siano davvero molto bassi rispetto all’inizio dell’anno.

Fermo restando che i contagi avvengono ancora al ritmo di migliaia al giorno (il che significa che non è giunta l’ora di abbassare la guardia), le ultime novità lasciano ben sperare per l’allentamento delle restrizioni dei prossimi mesi. Dunque nessun dubbio che, il prossimo 12 aprile, riapriranno tutti i negozi e le attività non essenziali, incluse palestre, parrucchieri, eventi all’aperto. E non vediamo l’ora.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0