INTERVISTE

GIOVANNI ALLEVI in concerto a Londra!

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Tra pochi giorni Londra ospiterà il concerto di un artista italiano molto amato.

Stiamo parlando di Giovanni Allevi, uno dei maggiori compositori, pianisti e direttori d’orchestra dell’attuale panorama internazionale.

Il suo stile puro e incontaminato è stato definito “Musica Classica Contemporanea”. Il 27 febbraio il Maestro, presenterà in anteprima mondiale a Londra il suo nuovo album LOVE.

Noi lo abbiamo intervistato per voi:

Maestro Allevi, il Suo nuovo tour europeo e mondiale “LOVE – Piano Solo Tour 2015” inizia il 27 febbraio con il concerto alla Cadogan Hall di Londra. Non è la prima volta che fa un concerto a Londra, anzi, ne ha già fatti molti. Cosa pensa di questa città? E’ contento di tornarci?

Ho scelto proprio Londra per la prima data del tour LOVE, la città dove ha operato il genio che più di ogni altro ha cantato l’Amore: William Shakespeare!
 Sono in fibrillazione. Sarò un cuore attaccato al pianoforte, che da lì farà il giro del mondo: un cuore tormentato, spesso avvolto nel buio, sempre alla ricerca di una luce.

Come trova il pubblico londinese rispetto al pubblico dei Suoi concerti in Italia o in altre capitali europee e mondiali?




Il pubblico londinese mi ha accolto sempre con maggior entusiasmo. Questa volta, alla Cadogan Hall avrò tra il pubblico in platea anche giovani musicisti di fama internazionale, venuti a fare il tifo per me.
 Ma devo dire che ovunque è una festa!

Ci può raccontare come è nata l’idea di “LOVE – Piano Solo Tour 2015”?



Questi giorni sono inquieto. Quella musica, uscita nell’album LOVE, non è completa finché non incontra il cuore dell’ascoltatore sul palco di un teatro. Il tour che mi appresto a fare nasce dunque da una esigenza viscerale, dal desiderio di arricchire le mie note con mille emozioni uniche ed irripetibili che l’ascoltatore vorrà donarle. Sarà un percorso dell’anima, catartico, al termine del quale spero di regalare a me stesso e al pubblico una felicità liberatoria.


E’ appena uscito il Suo nuovo album LOVE. Cosa l’ha ispirata maggiormente nella realizzazione di questo lavoro?

Ho voluto raccontare l’Amore in tutte le sue sfaccettature, ispirato dalle mille vite che ho vissuto, che ho condiviso, che magari ho attraversato in epoche precedenti.

In generale, qual è il Suo approccio creativo nel comporre un pezzo per pianoforte? Come nasce la Sua ispirazione? Da cosa viene influenzato maggiormente?

Lascio che la musica arrivi nella mia testa e si sviluppi in totale libertà, lontano da ogni schema, corrente o aspettativa.


Come cambia il Suo modo di lavorare con l’orchestra rispetto ai progetti per pianoforte solista?

Immagino l’orchestra come una foto a colori, il pianoforte solo come un bianco e nero d’autore, capace di inseguire una luce accecante.

Quali sono i Suoi gusti musicali e musicisti preferiti, sia di musica classica che di musica leggera?

Amo la musica sinfonica di fine Ottocento, il barocco Italiano e la sua magnificenza, anche se il mio autore preferito resta Rachmaninov.
 Su un altro versante adoro il genio di Michael Jackson, il rock scanzonato dei Ramones e perché no? “La bella Tartaruga” di Bruno Lauzi!

Si è appena concluso il Festival di Sanremo 2015 di cui Lei ha fatto parte, oltre che come super ospite, anche come selezionatore delle canzoni in gara. Cosa l’ha colpita di più di questo festival? Cosa ricorderà nel tempo?



Mentre eseguivo in anteprima assoluta il dolce brano “Loving You”, ho provato una profonda gioia interiore, che mi ha fatto dimenticare le telecamere, la diretta e tutta la tensione dell’attesa.


Come convive con il Suo talento e la Sua notorietà e cosa pensa del fatto che tanti italiani di talento lascino l’Italia per trasferirsi all’estero?


La gente mi vuole bene, mi ha scelto come suo vessillo musicale, mi ricopre di affetto ogni volta che salgo su un palco o mi incontra per strada. Io ce la metterò tutta per continuare a meritare tanta attenzione, che vivo come un dono prezioso. Riguardo all’estero, anche io sono dovuto andar via dall’Italia per inseguire il mio sogno, ma ho sempre pensato che “se vuoi la sicurezza, resta sulla spiaggia; i gioielli sono in fondo all’oceano”. 
D’altra parte, il destino degli italiani è quello di far innamorare il mondo di se!

Ha una Sua teoria filosofica sulla vita e l’universo?



Ho spesso sperimentato che se insegui il tuo sogno con una passione bruciante, le porte si aprono e l’Universo trama in tuo favore. Non per raggiungere straordinari risultati, ma per rendere la propria vita degna di essere vissuta.

E per finire, per favore, potrebbe fare un saluto speciale ai nostri lettori e a tutti gli italiani a Londra?



Spero davvero di incontrarvi a Londra e di abbracciare il vostro cuore sulle note di LOVE. Un saluto pieno di affetto e di stima per il vostro coraggio, da Giovanni Allevi.

CADOGAN HALL – Sloane Terrace – London – SW1X 9DQ
www.cadoganhall.com

Ingresso dalle 19.30 – Inizio del concerto: 21.00

Biglietti:
STALLS ( 551) – £ 27.00 (+ diritti) – £ 32.00 (la sera dello spettacolo alla porta)
LEVEL1 ( 364) – £ 22.00 (+ diritti) – £ 27.00 (la sera dello spettacolo alla porta)

Prevendite:

http://www.cadoganhall.com/event/giovanni-allevi-150227/

https://www.gigantic.com/giovanni-allevi/cadogan-hall/2015-02-27-19-30

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto