Lavorare a Londra come assistente sociale: tutto quello che c’è da sapere!

Lavorare a Londra come assistente sociale: tutto quello che c’è da sapere!

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Dopo la panoramica su quali sono i principali step per lavorare nel settore non-profit e aver parlato di come trovare uno sbocco professionale in qualità di operatore socio-sanitario a Londra, oggi torniamo a parlare di impieghi nel campo del sociale, occupandoci della professione di assistente sociale.

L’assistente sociale interviene laddove esistono delle situazioni di difficoltà per aiutare le persone coinvolte: bambini e genitori in condizioni di indigenza o in caso di abusi/criminalità, persone anziane, senzatetto, individui con disturbi mentali, gravi problematiche o con dipendenze, ragazzi in difficoltà, bambini adottati e genitori adottivi.

Per intraprendere questa carriera, è necessaria una laurea triennale o, se si ha già un titolo di primo livello, una laurea magistrale (Master nel Regno Unito) di due anni in servizio sociale approvata dall’Health & Care Professions Council (HCPC), un corpo professionale che si occupa di varie professioni tra cui gli assistenti sociali. La maggior parte dei corsi sono full-time, ma ne esistono anche alcuni part-time. Per accedere a lauree di secondo livello è spesso necessaria esperienza professionale nel settore, acquisibile tramite volontariato (Do.it e Volunteering Matters possono fornire informazioni utili e opportunità) o posizioni pagate. Inoltre, anche i percorsi universitari, oltre alle ore in aula, prevedono più di 200 giorni da dedicare a tirocinio. Per registrarsi e capire quali sono i requisiti di accesso a ciascun corso di laurea, dovrete visitare il sito UCAS.

Tuttavia, se siete neolaurati in altre discipline o state pensando ad un cambio di carriera, è possibile seguire alcuni corsi per diventare social worker: Frontline – un percorso di formazione di due anni basato sul lavoro specializzato nel lavoro con bambini in difficoltà e le loro famiglie, operante a Londra o a Manchester – Step Up to Social Work e Think Ahead – corso di due anni per chi vuole lavorare con persone affette da malattie mentali. È possibile avere anche delle borse di studio: informazioni disponibili qui.

Una volta compiuto il percorso di formazione, è necessario registrarsi all’HCPC e poi rinnovare la propria iscrizione ogni due anni (la tassa d’iscrizione è di £180 e vale per due anni, ma se siete laureati in un’ Università inglese approvata dall’HCPC e vi iscrivete entro due anni dalla laurea, avete diritto a un 50% di sconto). Per chi è cittadino UE, ha ottenuto la laurea in un paese dell’Unione e può praticare in uno di questi paesi la professione, può registrarsi all’HCPC in quanto vale il principio del riconoscimento automatico dei titoli di studio. L’unica differenza tra laureati in Gran Bretagna o in un altro paese UE riguarda le modalità di registrazione: esiste un modulo per i primi e un altro per gli altri.

In ogni caso, per ottenere il rinnovo dopo due anni, ci sono dei corsi di formazione da portare avanti, così come standard etici, professionali, di condotta da rispettare, nel quadro del continuing professional development (CPD). Inoltre, il primo anno di pratica, viene chiamato Assessed and Supported Year in Employment (ASYE) poiché l’obiettivo è quello di offrire un supporto costante ai nuovi lavoratori: vi verrano assegnati casi per sviluppare le vostre capacità e sicurezza da portare avanti con l’appoggio del vostro datore di lavoro o di un supervisor; sarete soggetti a continue valutazioni per poi ricevere, alla fine dell’anno, un certificato dal College of Social Work.

La maggior parte delle posizioni aperte si trovano presso le autorità locali, ma esistono opportunità anche nelle organizzazioni non-profit, agenzie d’assistenza sociale, case di cura private, NHS trust o carceri. Tra i siti da consultare per offerte di lavoro: Community Care, Jobs Go Public, Charity Jobs, LGjobs, British Association of Social Workers (BASW) jobs, Children & Young People Now, Great Social Care, Health Service Journal, NHS jobs.

 

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti