Lavorare a Londra come fotografo: tutto quello che c’è da sapere!

Lavorare a Londra come fotografo: tutto quello che c’è da sapere!

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Non esci mai di casa senza una Reflex? Non puoi resistere a fare foto da ogni angolazione (e con la giusta angolazione/luce) dovunque tu ti trovi? La tua passione è la fotografia e vorresti farne un lavoro, ma non sai bene come muoverti nel settore? In questa guida risponderemo a tutte le tue domande: ecco tutto quello che devi sapere per lavorare come fotografo a Londra.

Per diventare fotografo professionista non è necessario avere ottenuto un diploma di studio specifico, in quanto molti fotografi sono autodidatti; tuttavia, è essenziale crearsi un portfolio (il più ricco possibile) che può essere online, stampato o su CD – l’importante è averne uno per mostrare le tue capacità ai futuri datori di lavoro! Tre sono le caratteristiche importanti del portfolio: deve essere rilevante per l’aria scelta, essere ben presentato e aggiornato.

Per questo motivo, inizialmente dovrai essere disposto anche a fare esperienze di volontariato, tirocini o partecipare a piccoli progetti per arricchire il curriculum e avere anche contatti nel settore.

Se vuoi comunque intraprendere un percorso di studio inerente alla professione di fotografo, nel Regno Unito non mancano corsi di laurea o qualifiche professionali in arte e design, immagini digitali, arti figurative, grafica, media studies e fotografia. Inoltre, oltre ad avere maestria e stile personale nello scattare fotografie, è importante anche conoscere software per la modifica delle immagini, come Photoshop, ma non solo.

Da notare, poi, che se il settore in cui vuoi lavorare è particolarmente competitivo – moda, pubblicità o giornalismo fotografico – è spesso necessaria una qualifica postgraduate. A questa pagina puoi trovare corsi postgraduate in fotografia.

La maggior parte dei fotografi lavora freelence, anche se non mancano le aziende e organizzazioni che assumono fotografi, come:

  • La polizia: cerca impiegati per fotografare la “scena del crimine” o i reperti, così come il Ministero della Difesa. Il lavoro può includere anche la realizzazione di video.
  • Musei: anche diversi musei assumono fotografi professionisti per avere un archivio di tutti i beni posseduti, immortalare i momenti più importanti di mostre e altro.
  • Studi commerciali: la maggior parte degli studi commerciali importanti si trova a Londra e sono tra le aziende che più assumono fotografi.
  • Grandi organizzazioni: università, autorità locali, charity, grandi attività commerciali, ospedali assumono fotografi, che possono essere coinvolti anche in attività di marketing, pubblicità e audiovisuali.
  • Agenzie di PR, grafiche o pubblicitarie: hanno sempre nel loro organico fotografi professionisti.
  • Studi fotografici: in genere sono piccoli e composti da meno di cinque persone, ma si può fare un tentativo.
  • Compagnie di viaggio, parchi divertimento, crociere e altri enti coinvolti nel turismo che possono offrire servizi di fotografia o averne bisogno per la realizzazione di pubblicità, brochure, video e altro.
  • Giornali: i giornali si affidano molto ai freelance, ma molti hanno anche in staff dei fotografi.

Generalmente, le prime esperienze retribuite da fotografo avvengono come assistente fotografo di un professionista, per poi diventare un fotografo freelance o assunto. Nel primo caso, fondamentale è il portfolio, i contatti che si creano, l’autopromozione o affidarsi a un agente del settore. La maggior parte dei fotografi specializzati nelle seguenti aree – moda, editoria, documentari, arti figurative, food, scienza e tecnologia, sport, natura, architettura, autoritratti – è freelance.

Come comprensibile, i guadagni variano molto: si passa dalle 10,000 sterline iniziali degli assistenti, alle 12,000-22,000 sterline di chi ottiene un primo lavoro full-time da assunto, fino ad arrivare a salari di oltre £65k per i fotografi professionisti di un certo livello ed esperienza. Esistono anche due ordini professionali a cui è possibile iscriversi: The British Institute of Professional Photography (BIPP) e l’Association of Photographers.

Sei sempre più determinato a diventare fotografo a Londra? Bene, ecco i siti specializzati su cui iniziare a cercare offerte lavorative e candidarsi!

Inoltre, dato che molte vacancy non sono mai apertamente pubblicizzate, meglio dare un’occhiata anche a questi siti che contengono molte risorse utili:

Ps: vi ricordiamo che all’interno di questa categoria potete trovare tutte le altre guide su come trovare lavoro a Londra negli altri settori. Buona lettura!

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti