NEWS

600 agenti speciali anti-terrorismo dispiegati a Londra: chi sono i C-Men

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

L’attacco di uno squilibrato 19enne la scorsa settimana a Russell Square, che ha ucciso a coltellate una donna americana e ne ha ferito altre cinque, ha aumentato l’allerta (già alta) che grava su Londra, sebbene l’episodio non sia legato al terrorismo di matrice islamista. Proprio il giorno precedente al triste accaduto, il sindaco Sadiq Khan e il capo della polizia metropolitana Bernard Hogan-Howe avevano annunciato il dispiegamento di ulteriori forze armate nella capitale.

Secondo Hogan-Howe, infatti, “il problema non è se un attentato ci sarà, ma quando” e per questo a Londra potrete notare la presenza di un corpo speciale della polizia, i Counter Terrorism Specialist Firearms Officers. I C-Men, come vengono chiamati, sono agenti speciali di Scotland Yard, dotati di casco-elmetto con la radio, maschere per proteggere la loro identità, fucili automatici a guida laser e di moto Bmw per muoversi agilmente in mezzo al traffico londinese.

Insomma, ben lontani dall’immagine del classico poliziotto inglese con il gilet giallo fosforescente, non vi preoccupate se vedete questi agenti che sembrano usciti da un classico film thriller americano. I C-Men sono stati presentati durante una conferenza stampa insieme ad altri agenti di Scotland Yard che andranno a pattugliare non solo le strade ma anche il Tamigi per prevenire (o nel peggiore dei casi rispondere) a un eventuale attentato terroristico.

Il loro compito, come ha spiegato il capo della Met Police, è infatti quello di riuscire a fermare velocemente i terroristi che vogliono colpire il Regno Unito. Sono stati addestrati per muoversi nel traffico londinese ad alta velocità e a rispondere reattivamente agli attacchi. Inoltre, a detta del sindaco di Londra, queste figure servirebbero per rassicurare la popolazione.

“Abbiamo visto gli attacchi in Germania, in Belgio, in Francia e sarebbe sciocco ignorarli. È importante avere agenti con le armi da fuoco per rispondere” se mai ci fosse un attacco, ha dichiarato Sadiq Khan. Per il momento 600 C-Men saranno dispiegati su Londra e 1500 in tutto il Regno Unito.

Tuttavia, il presidente della Police Federation Steve White ha ammesso che ci vorranno almeno due anni per addestrare i nuovi C-Men che andranno a pattugliare la capitale. Inoltre, sembra che ci siano due tipi di problemi: da una parte, pare che non sia così facile trovare volontari che siano disposti a entrare nel programma; dall’altra, le selezioni per diventare agenti di questo tipo sono molto severe – conta molto la prestanza fisica e la mira – e quindi molti candidati vengono esclusi.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto