NEWS

Addio alle vecchie 5 sterline: da maggio sarà legale solo la “New Fiver”

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
TELC

Dopo la nuova moneta da 1 sterlina, entrata in vigore il 28 marzo scorso ma che fino ad ottobre convivrà con la versione vecchia, è arrivato il momento di sbarazzarsi al più presto anche delle vecchie 5 sterline in quanto a breve non saranno più accettate dai negozi a favore delle nuove banconote.

In verità la Bank of England ha cominciato a distribuire la “New Fiver“, nome con cui è stata ribattezzata la nuova banconota da 5 sterline, dal 13 settembre scorso ma solo dal prossimo 5 maggio potrà essere utilizzata in modo esclusivo in quanto la vecchia banconota non avrà più valore legale. Per adesso, secondo i dati della Banca Centrale, oltre il 50 % delle vecchie fivers sono state già sostituite e distrutte, ma intanto rimangono ancora in circolazione ben 150 milioni di pezzi che potranno essere cambiati in qualsiasi banca.

Le nuove banconote sono state stampate dal gruppo “Officine Meccaniche Cerruti” di Casale Monferrato, in Italia, e si contraddistinguono per la loro realizzazione in materiali polimerici, cioè di plastica, e non più di carta come quelle precedenti. Si tratta nello specifico di una pellicola sottile e flessibile di polipropilene, rivestita di uno strato di inchiostro che permette di stampare il disegno, che è risultato di anni di studi e ricerche e che ha diverse funzioni.

In primis le banconote in plastica risulteranno più durature della carta, in modo da rimanere intatte anche dopo un eventuale lavaggio in lavatrice ed in più saranno integre e pulite più a lungo grazie ad una maggiore resistenza allo sporco e all’umidità. Dato il materiale utilizzato, produrle costerà ovviamente di più ma in compenso avranno una durata due volte e mezzo maggiore delle banconote di carta, con un minore impatto ambientale. Secondo gli esperti, però, la caratteristica più importante sarà quella inerente alla sicurezza in quanto risulterà molto più difficile contraffare le banconote in plastica, andando così ad arginare il problema del mercato illegale.

Dal punto di vista estetico, la “New Fiver” è riconoscibilissima in quanto sul fronte ha impresso il ritratto della Regina Elisabetta, mentre sul retro appare l’ex primo ministro inglese nonchè Nobel per la Letteratura Winston Churchill, in sostituzione di Elizabeth Fry, riformatrice del sistema penitenziario inglese nell’800. È bene ricordare che questa moneta sarà l’unica ad essere accettata nei negozi dal prossimo maggio ma, per saperne di più,  è consigliabile consultare il sito online realizzato appositamente dalla banca centrale del Regno Unito ricco di informazioni pratiche a riguardo.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto