Logo Londra Da Vivere
NEWS

Brexit, bellissima iniziativa: al via lo sportello gratuito per il Settled Status

|
EU Network
AEMORGAN

Il Patronato INCA CGIL UK, in collaborazione con ITACA, ha attivato uno sportello gratuito di consulenza e assistenza sul cosiddetto Settled Status, il meccanismo di registrazione dei cittadini europei nel Regno Unito. Si tratta di uno strumento formidabile per districarsi nei meandri burocratici della Brexit, e veder rispettati i propri diritti in UK.

Avviata come sperimentazione lo scorso 21 gennaio, la procedura di Settled Status è entrata definitivamente in vigore il 30 marzo. È attraverso di essa che i residenti nel paese e i loro familiari notificano ufficialmente la presenza nel paese da più di 5 anni. Per quanti non avessero ancora maturato tutti i requisiti, invece, è previsto un permesso temporaneo chiamato pre-Settled Status.

È importante sottolineare che la registrazione è obbligatoria per tutti i cittadini UE, anche per chi risiede lì da decine di anni e possiede altre forme di residenza permanente, e soprattutto a prescindere dall’esito dell’uscita dall’Unione. Anzi, a tal proposito rammentiamo che la data ultima per la registrazione è il 31 dicembre 2020 in caso di No Deal, oppure il 30 giugno 2021 si si troverà un accordo. In ogni caso, a differenza di quanto inizialmente annunciato dal governo, l’operazione è totalmente gratuita, dunque è bene muoversi rapidamente.

Stando ai dati dell’Home Office, risulta che a giugno sono state inoltrate oltre 750.000 domande, provenienti da ogni angolo del paese: 573.600 dall’Inghilterra, 31.400 dalla Scozia, 9.300 dal Galles e 6.500 dall’Irlanda del Nord. Di queste, 70.800 provenivano da italiani. Ma se consideriamo che in UK dimorano attualmente almeno 3,6 milioni di cittadini del Vecchio Continente, va da sé che c’è ancora parecchio lavoro da fare.

L’iter prevede due passaggi: la verifica dell’identità personale attraverso l’app Android o per posta all’Home Office, e infine l’invio della documentazione necessaria a provare la residenza nel paese.

E così, per offrire assistenza pratica ai migranti italiani ed europei, INCA Regno Unito ha aperto diversi sportelli di assistenza a Islington, e Hammersmith a Londra, a Manchester e nella permanenza di Brighton. Inoltre, il patronato è disponibile ad organizzare incontri in altre città per aiutare la comunità locali a registrarsi.

Per maggiori informazioni e per restare informati su tutte le iniziative, vi rimandiamo alla pagina Facebook di ITACA. Per prendere appuntamento, invece, avete a disposizione il telefono 0207 359 3701 o l’email a settledstatus.incauk@gmail.com. Il Patronato INCA CGIL UK è certificato con l’OISC.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0