Logo Londra Da Vivere
NEWS

Coronavirus a Londra: morto per polmonite un giovane italiano

|
EU Network
AEMORGAN

Con oltre 9500 contagiati e più di 450 morti anche il Regno Unito si può dire essere entrato nel pieno dell’emergenza Coronavirus. Solo l’andamento delle prossime settimane indicherà quanto dovrà durare il periodo di lockdown per poter contenere il contagio, ma nel frattempo si registrano innumerevoli storie tragiche.

Una di queste riguarda Luca Di Nicola, un giovane ragazzo originario di Nereto, in provincia di Teramo, che è morto a Londra dopo essere stato ricoverato d’urgenza in seguito a una forte crisi respiratoria. Il sospetto è dunque che il 19enne fosse affetto da COVID-19.

Poco più che adolescente, Luca si era trasferito da alcuni anni in Gran Bretagna per ricongiungersi alla madre. Nella capitale aveva trovato lavoro come aiuto cuoco in un ristorante, come tanti altri di noi che cercano fortuna in un Uk.

La notizia della morte di Di Nicola è stata diffusa dal vicesindaco del comune natio, Maria Angela Lelii, la quale ha spiegato la dinamica della dipartita: “Il ragazzo era a casa da alcuni giorni curato dal suo medico per una semplice influenza, fino a quando ieri la situazione è precipitata. Pare sia svenuto, la madre ha chiamato l’ambulanza, all’arrivo dei paramedici è stato intubato perché aveva i polmoni collassati. È stato portato in rianimazione ma purtroppo è morto“.

Enorme il dolore che ha colpito anche il padre e il fratello del ragazzo, che si trovano a Nereto. Le autorità si sono subito messe a disposizione della famiglia per aiutarla in questo drammatico momento soprattutto dal punto di vista burocratico, visto anche la situazione che sta vivendo il Regno Unito in questi giorni.

Coronavirus a Londra: informazioni utili per gli italiani

L’Ambasciata d’Italia a Londra ricorda che l’assistenza sanitaria gratuita è garantita a tutti i cittadini europei che risiedono stabilmente nel Paese. Tuttavia, in caso di emergenza le cure del caso sono previste anche per i cittadini europei che si trovano solo temporaneamente in territorio britannico. Inoltre, la Società dei Medici italiani nel Regno Unito ha predisposto un comodo vademecum con tutte le risposte alle domande più frequenti sul Coronavirus.

Infine, si segnala che il Consolato Generale d’Italia a Londra ha attivato un servizio di consulenza telefonica gratuita per chi avesse bisogno di chiarimenti di natura medica.

Questi gli indirizzi mail da tenere in considerazione: info@dottorelondon.cominfo@imsogb.org sociale.londra@esteri.it.

Questi i numeri di telefono:

  • nei giorni feriali +44 (0) 20 7936 5928/30/31/42, +44 (0) 20 7822 7103 e +44 (0) 20 8133 9834 in orario di ufficio; +44 (0) 7850 752895 dopo le ore 18
  • sabato e domenica: +44 (0) 20 7936 5928/30/42 e +44 (0) 20 7822 7103 ore 9.00 – 13.30; +44 (0) 7769 903059 ore 14.00 – 18.00; +44 (0) 7850 752895 ore 9.00 – 22.00

Per altre informazioni si può consultare la pagina apposita del Consolato anche per quanto riguarda la possibilità di rientro in Italia dal Regno Unito.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0