20 curiosità che (forse) non conoscevate su Covent Garden

20 curiosità che (forse) non conoscevate su Covent Garden

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Covent Garden è una dei luoghi più amati e visitati del centro londinese e, sebbene oggi possa essere considerata anche una trappola per turisti, mantiene un fascino unico grazie alla sua storia e all’essere uno dei riferimenti principali della città quando si parla di tempo libero, arte e teatro. Per guardarla con occhi nuovi e più attenti, scoprite con noi queste 20 curiosità su Covent Garden!

#1. Il nome Covent Garden deriva presumibilmente da un errore di scrittura, in quanto inizialmente l’area veniva indicata con il termine Convent Garden. Infatti, nel 1200 era una terra coltivata dalla Westminster Abbey e per questo chiamata “il giardino dell’Abbazia e del Convento [Convent in inglese]”. Successivamente, però, quando nel 1552 re Enrico VIII si impadronì della terra, era già conosciuta come Covent Garden.

#2. Sin dal 1600 a Covent Garden era stato istallato una sorta di mercatino, ma la struttura neoclassica del mercato odierno è stata costruita nel 1830 dall’architetto Charles Fowler. Fino al 1974 ha ospitato un mercato ortofrutticolo, il quale è stato poi trasferito a Nine Elms: oggi è conosciuto con il nome di New Covent Garden Market ed è il mercato ortofrutticolo e floreale più grande del Regno Unito.

#3. Quando il mercato ortofrutticolo è stato trasferito, la struttura costruita nel 1830 ha rischiato di essere demolita. Si è salvata grazie all’intervento di moltissimi londinesi che, riunitesi in un movimento di protesta, sono riusciti a fare inserire il mercato di Covent Garden nella lista dei Monumenti Classificati, impedendone così per sempre la demolizione.

#4. Rimasto vuoto fino al 1980, oggi a Covent Garden ci sono ben tre mercati : Apple Market, Jubilee Market ed East Colonnade Market dove potete trovare di tutto – cibo, vestiti, antiquariato e souvenir.

#5. La Covent Garden Piazza fu originariamente costruita ispirandosi alle piazze europee, nutrendo la speranza che diventasse il primo esempio di una moltitudine di piazze londinesi aperte al pubblico. La piazza è stata presa come modello nella pianificazione urbana di tantissime città britanniche.

#6. Generalmente quando ci riferiamo a Covent Garden intendiamo il mercato coperto al centro della piazza, ma, in realtà, Covent Garden indica un’intera zona famosa nel passato per essere un quartiere a luci rosse. Oggi c’è chi vive negli ex bordelli… diventate case moderne accessibili solo ai milionari (visti i prezzi degli affitti e delle proprietà londinesi)!

#7. A Covent Garden ci sono circa 60 locali tra pub e bar, molti dei quali sono anche considerati monumenti classificati e/o inseriti nella National Inventory of Historic Pub Interiors (interni che hanno un interesse storico significativo).

#8. Il ristorante Rules in Maiden Lane (una strada in Covent Garden) è probabilmente il ristorante più antico della capitale. Fu aperto nel 1798 da Thomas Rule come locale specializzato in ostriche e appartenne alla famiglia Rule fino a inizio ‘900 quando Charle Rule si trasferì a Parigi. Oggi serve cucina tradizionale inglese.

#9. Seven Dials, ossia la rete di strade che collega Covent Garden a Soho, conta davvero sette strade, anche se nel progetto originario erano solo sei e la settima fu aggiunta all’ultimo minuto. Il design delle strade fu ideato da Thomas Neale, un politico del 1600, che pensò alla costruzione di una serie di triangoli per massimizzare il numero di edifici che potevano essere inseriti nell’area. La cosa curiosa è che gli affitti venivano calcolati in base alla grandezza della facciata della case e non secondo l’ampiezza degli interni!

#10. Covent Garden è stato usato anche come location per diversi film e opere letterarie: Eliza Doolittle, ad esempio, la protagonista dell’opera di George Bernard Shaw Pygmalion e della sua trasposizione nel musical My Fair Lady di Alan Jay Lerner, faceva la fioraia a Covent Garden. Anche Alfred Hitchcock, nel 1972, ha girato il film Frenzy nel mercato – la storia parlava di un venditore di frutta di Covent Garden che si trasformava in un serial killer!

#11. Covent Garden è l’unico quartiere londinese che ha una licenza per gli artisti di strada.

#12. Il Covent Garden Area Trust paga un canone annuo per ogni edificio e banco del mercato pari… a una mela rossa e a un mazzolino di fiori! Il così detto Peppercorn rent viene pagato durate una cerimonia pubblica – The Rent Cerimony – che quest’anno si terrà il 23 giugno proprio nella piazza di Covent Garden!

#13. Punch & Judy è uno spettacolo tradizionale inglese che ha come protagonisti le marionette di Pulcinella e sua moglie Judy. La prima menzione dello spettacolo nel Regno Unito fu proprio a Covent Garden. Samuel Pepys, infatti, scrisse di aver visto a Covent Garden nel 1662 “un’opera con burattini italiani, che mi è piaciuta molto”. Oggi, nella Covent Garden Piazza c’è un pub chiamato proprio Punch & Judy.

#14. La fermata metro più vicina a Covent Garden è l’omonima stazione, ma i viaggiatori sono spesso invitati a scendere a quella di Leicester Square. Il motivo è che le due stazioni sono vicinissime e il tempo di percorrenza sulla Piccadilly line tra l’una e l’altra è di circa 45 secondi; inoltre, la stazione di Coven Garden non ha scale mobili, ma solo ascensori (sempre pieni) e infinte scale, quindi fare il tratto a piedi da Leicester è spesso più veloce e confortevole!

#15. La Royal Opera House, a volte chiamata semplicemente Covent Garden, fu costruita nel 1732 come Theatre Royal, a cui furono affidati da re Carlo II i diritti esclusivi di presentare opere parlate a Londra. Nel 1734 si tenne il primo balletto e l’anno successivo la prima stagione di opera. È diventata la sede della Royal Opera nel 1945 e del Royal Ballet nel 1946.

#16. I teatri a Covent Garden sono: Adelphi Theatre, Aldwych Theatre, Duchess Theatre e Fortune Theatre, mentre i due famosi musei che ospita sono il London Film Museum e il London Transport Museum.

#17. Nell’agosto 2007, Covent Garden ha lanciato il primo mercato alimentare aperto in notturna a Londra.

#18. Coven Garden è in gran parte ancora illuminato da lampade a gas, incluse quelle sotto gli archi e fuori dallo store Apple.

#19. In Great Queen Street si trova il Freemasons’ Hall, il centro della massoneria inglese, lì dal 1775. Molti non sanno che è visitabile e anche gratuitamente!

#20. Covent Garden, così come Soho, vanta di avere “rumori segreti”, ascoltabili solamente tramite “orecchie nascoste”. Due di queste sono montate sui muri di Floral Street!

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti