La street art di Londra mappata da Google

La street art di Londra mappata da Google

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

La street art londinese non è solo Banksy. Lo sa bene chi fa un salto a Shoreditch almeno una volta a settimana e puntualmente trova un nuovo murale, uno stencil o qualsivoglia altro tipo di graffiti. E, detto per inciso, la street art londinese non è solo Shoreditch.

Come molte grandi città, anche a Londra il movimento underground dell’arte da strada è in continuo movimento ed evoluzione, e molti artisti acquisiscono una fama che supera i confini del loro ambiente. E artisti è proprio la parola giusta, perché qua non parliamo semplicemente di writer che dipingono la loro firma sul muro. Parliamo di opere d’arte vere e proprie, cariche spesso di un significato politico e sociale, a volte semplicemente umoristiche, altre volte… boh, ma sicuramente impressionanti.

In una città come questa, difficile riuscire a buttare l’occhio su tutte. Da questo punto di vista ci aiutano molti tour specializzati di gruppi di guide locali, che organizzano diversi London Street Art Tour, a piedi o persino in bici. Ma, per i più pigri di noi a cui non piace camminare o pedalare, e che proprio non sopportano mettere il naso fuori di casa, come sempre ci ha pensato papà Google.

Con la sua missione (o mania, secondo i punti di vista) di mappare e catalogare tutto, Google ci mette a disposizione online anche un vasto archivio di street art londinese. Street Art London: A Survey of Art Transforming London in the last 5 Years è un compendio delle opere più rappresentative apparse sui muri di Londra dal 2010 al 2015.

Per ogni artista ci viene indicato un breve profilo e una selezione delle sue migliori opere, in una galleria che non comprende solo murales, ma anche stickers, mosaici, sculture assurde e quant’altro possa concepire la mente di questi guerriglieri urbani che agiscono col favore della notte (che immagine poetica ed epica allo stesso tempo).

Il progetto fa parte del Google Cultural Institute, una sorta di museo virtuale dove si possono visitare le istituzioni artistiche e i progetti culturali di tutto il mondo. Pensate un po’: la street art a fianco dei quadri della National Gallery o del MoMA. Questo lo dico per quei retrogradi che pensano ancora si tratti solo di vandalismo.

Potete visionare l’intera galleria di arte da strada londinese a questo indirizzo: rifatevi gli occhi e divertitevi.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti