I taxi a Londra potrebbero finalmente accettare i pagamenti con carte dal 2016

I taxi a Londra potrebbero finalmente accettare i pagamenti con carte dal 2016

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

A quanti di voi è capitato? Prendete un taxi per tornare a casa la sera tardi, stanchi e magari anche ubriachi. Arrivate a destinazione, fate per pagare la corsa e… vi accorgete di non avere abbastanza denaro contante nel portafogli. Allorché siete costretti a chiedere al tassista di girare per trovare un bancomat per prelevare, con conseguente aumento del costo della corsa.

Come vi avevamo spiegato qui, quasi nessun black cab a Londra accetta il pagamento con la carta. Cosa difficilmente comprensibile, considerato che quel magico pezzo di plastica ci apre le porte di tutta la città. Tranne quelle dei taxi.

Ma fra un poco tutto questo potrebbe cambiare. Perché il consiglio comunale, assieme alla Trasport for London, metterà al vaglio una proposta che imporrà ai tassisti di accettare anche i pagamenti con carta, di tutti i tipi: debit, credit e contactless. Lo leggiamo proprio sul sito della TfL.

La proposta verrà valutata dal consiglio della TfL come parte dell’annuale revisione delle tariffe a Febbraio 2016 e, se approvata, entrerà in vigore il prossimo Aprile per essere pienamente effettiva ad Ottobre.

Il motivo per cui i taxi sono tra le poche attività commerciali a non accettare carte è da ricercare nei costi di transazione. Ecco perché TfL sta già negoziando delle tariffe speciali con i vari circuiti bancari per ridurre questi costi del 10%. In questo modo il sovrapprezzo non verrà applicato sulla carta dell’utente.

C’è anche la proposta di recuperare ulteriormente questi costi tramite un aumento di 20p sulla tariffa base mostrata sul tassametro: quella di Londra al momento è settata su £2.40, ed è la più bassa di tutta la nazione.

Quale che sia la strada intrapresa, l’obiettivo è quello di fare in modo che chi usufruisce del servizio non vada a pagare più di quanto mostrato effettivamente dal tassametro alla fine della corsa.

Riusciremo a vedere questa nuova svolta nel settore trasporti entro l’anno prossimo? Personalmente credo che avverrà prima del giorno in cui vedremo finalmente la Night Tube…

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti