NEWS

Nasce “Community Shops” il primo supermercato per disoccupati

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Anche se vi siete trasferiti a Londra in cerca di lavoro, non è detto che lo troviate subito e soprattutto che guadagniate abbastanza per potervi mantenere. Non è quindi da escludere (nessuno ve lo augura, intendiamoci) l’eventualità che potreste ritrovarvi disoccupati.

In questo caso -ma anche nel caso facciate fatica ad arrivare alla quarta settimana- a Londra è nato il supermercato dei disoccupati. Un posto dove potete fare la spesa spendendo il 70% in meno comprando cibo locale.

Il “primo supermercato sociale” è stato inaugurato ieri mattina, si chiama Community Shops e lo potete raggiungere in circa mezz’ora di macchina dal centro città a West Norwood.

Come abbiamo già accennato è principalmente rivolto alle persone economicamente disagiate che ricevono i benefit dal governo inglese. C’è un però: si rivolge ad un massimo di 750 persone membri della comunità locale.

Il cibo a prezzo scontato è offerto dalle grandi catene della distrubuzione inglese quali Marks and Spencer, Asda, Tesco, Morrisons, The Co-operative, Ocado, Innocent, Brake Brothers, Nestlé and Muller.

Ma non è finita: il supermercato sociale ha un programma chiamato “The Success Plan” che aiuta i membri della comunità a gestire il denaro, scrivere un Curriculum Vitae e anche a cucinare cibo sano risparmiando.

A dicembre dello scorso anno un altro supermercato simile era nato a Goldthorpe (South Yorkshire a Nord del Regno Unito) e proprio il grande successo ottenuto (1 persona su 5 ha trovato lavoro) ha fatto sì che si pensasse ad una versione londinese del supermercato.

A capo di tutto c’è la Company Shop Group che si è posta l’obiettivo di voler aiutare oltre 20 mila persone in tutta l’Inghilterra, obiettivo condiviso ampiamente anche dalle amministrazioni locali.

Foto via Twitter: @CommunityShops

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto