NEWS

Nuotare nel Tamigi? Presto potrebbe essere realtà, ecco perchè!

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Nonostante guide turistiche, esperti idrogeologici e la signora del piano di sopra ci tengano ripetutamente a sottolineare che il Tamigi è il fiume più pulito d’Europa… chissà perché nuotarvi dentro è estremamente proibito. Ha qualcosa a che vedere con la storia della corrente che ti trascina via, ma più volte ho anche sentito nominare la pipì dei topi, quindi non saprei…

Be’, se volete realizzare il desiderio di farvi qualche vasca stile rana nel fiume londinese allora vi interesserà contribuire a questo progetto: si chiama Thames Baths, ed è un interessante campagna lanciata su Kickstarter per realizzare una piscina naturale direttamente sul Tamigi.

L’idea è stata partorita da James, Chris e Matt dello Studio Octopi, uno studio di design che ha nel portfolio varie opere realizzate a Londra. A quanto pare l’idea sarebbe nata durante una vacanza in Svizzera, osservando le numerose strutture ricreative e per nuotatori sul lago di Zurigo. Il paragone con il più grande corso d’acqua di Londra è scattato automaticamente.

A dire il vero in tutto il Regno Unito non ci sono strutture di questo tipo, laddove invece a Berlino, Parigi, Vienna sono già una realtà. I tre ragazzi quindi si sono messi in testa l’idea di realizzare questo progetto nel giro di due anni. E per farlo hanno chiesto aiuto alla community di Kickstarter, la più grande piattaforma di crowdfunding sulla rete.

Per l’avvio del progetto sono richiesti £125.000: la cifra è stata stimata sulla base di numerose valutazioni avute con esperti del settore, tra architetti, ingegneri e legali. Per la realizzazione completa occorrerebbero 11 milioni. Prima di essere lanciato su Kickstarter vi è stato un lungo periodo di consultazioni per verificare l’attendibilità del progetto, soprattutto per quanto riguarda i permessi dalle autorità portuali e comunali. E durante tutto il tempo, i ragazzi hanno ottenuto fantastici feedback sia dagli enti governativi che dai media.

Thames Baths sarà un lido costruito su una piattaforma galleggiante nei pressi del Blackfriars Bridge. La piscina sarà riempita con acqua prelevata direttamente dal Tamigi e filtrata per renderla balneabile. In realtà le piscine saranno due: una da 25 metri per i nuotatori, e un’altra utilizzata per dei corsi di nuoto. Entrambe verranno riscaldate utilizzando energia provvista da fonti rinnovabili.

Il lido vuole essere uno spazio anche per i non nuotatori: vi saranno infatti un caffè all’aperto, una piccola riserva naturale per gli uccelli acquatici, e verranno anche organizzate serate di cinema.

Che aspettate allora? Se volete che questo progetto diventi realtà basta dare il vostro contributo sulla pagina web di Kickstarter dedicata. La spesa minima è di £8, ma ovviamente si può dare di più. Io nell’attesa tiro fuori i braccioli dall’armadio.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto