NEWS

Nursery Fields Forever: l’asilo agricolo a Londra pensato da un team tutto italiano!

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Nursery Fields Forever è un bellissimo progetto. Di quelli che ti mettono subito di buon umore appena inizi a leggere. Può essere diversamente quando si parla di infanzia, contatto con la natura e ritorno alle origini?

Non per niente, infatti, l’idea che ne è alla base ha vinto il concorso londinese AWR International Ideas Competitions: realizzare un asilo dove i bambini imparano a coltivare l’orto e a prendersi cura degli animali.

L’idea di Nursery Fields Forever, innovativa e al tempo stesso semplicissima, è stata presentata appositamente in vista dell’apertura di una nuova scuola materna a Greenwich, e vanta un team tutto italiano (romano, per l’esattezza).

nursery_fields_forever

Credit: www.awrcompetitions.com

Edoardo Capuzzo Dolcetta, Gabriele Capobianco, Davide Troiani e Jonathan Lazar hanno le idee chiare: nella scuola agricola i capisaldi dell’apprendimento sono tre, e si muovono in parallelo. Natura, tecnica, pratica. Learning by doing è il principio alla base della formazione, e se lo si fa in un ambiente sano, piacevole e divertente l’esperienza didattica diventa anche ludica e facilita l’apprendimento.

Basti pensare a quanto può essere importante per i piccoli conoscere la provenienza del cibo che poi troveranno nel piatto. E non solo conoscerlo, ma anche produrlo, coltivarlo giorno dopo giorno con le proprie mani e sapere quanto lavoro e quanta dedizione richiede.

Il progetto prevede infatti ampi spazi aperti per la coltivazione di verdure e ortaggi e anche aree di pascolo per gli animali. Niente aule tutte uguali fra loro, ma strutture coperte con ampie vetrate e tanto spazio all’aria aperta. Saranno i piccoli allievi, ovviamente guidati e supportati, a prendersi cura di tutto.

nursery_fields_forever

Credit: www.awrcompetitions.com

In un’epoca in cui i bambini imparano a maneggiare fin da piccolissimi smartphone e tablet, quanto è rivoluzionario un progetto che vuole ricreare una connessione con la terra e la natura? Quanto è importante che gli adulti di domani ritrovino un contatto sano con l’ambiente che li circonda, e che siano educati al suo rispetto fin da piccoli?

Il programma non si esaurisce qui infatti, ma include anche attività legate al tema dell’energia rinnovabile, grazie a turbine eoliche e pannelli fotovoltaici che saranno presenti nella struttura stessa.

Anche se il progetto non è ancora avviato, c’è da immaginare che questo tipo di apprendimento darà i suoi frutti: imparare, divertirsi e soprattutto socializzare. Meglio di così!

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto