NEWS

Oakwood Tower, a Londra il progetto per il primo grattacielo interamente in legno!

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Londra è un cantiere a cielo aperto, e sempre più grattacieli andranno ad arricchire il suo skyline. La continua corsa della città verso l’alto la proietta nel futuro… o nel passato? Si sa che qui fanno gola le tendenze vintage, tanto che è stato da poco annunciato il progetto per la costruzione di un enorme grattacielo in legno.

Si chiamerà Oakwood Tower, questo sempre se mai verrà costruito. Nonostante l’idea sia per ora solo su carta, la torre ha già conquistato il suo soprannome: the Toothpick, lo stuzzicadenti.

Il progetto è uno sforzo congiunto di un team di architetti di Cambridge e lo studio PLP and Smith and Wallwork: si tratterebbe di una struttura di 80 piani alta ben 300 metri. Il luogo scelto per la costruzione è il complesso del Barbican, di cui diventerebbe parte integrante. L’edificio sarebbe a scopo esclusivamente residenziale, con un totale di un migliaio di appartamenti. Perché ho la vaga sensazione che il loro costo non rientrerà nella fascia di reddito media?

Il disegno è stato presentato di recente al sindaco Boris Johnson, e non mi meraviglierei se venisse approvato, dato il suo debole per le costruzioni mastodontiche. Il nuovo palazzo tutto in legno verrebbe a essere solo leggermente più basso dello Shard (310 metri), ma si assicurerebbe il primato di grattacielo di legno più alto del mondo. Non sarebbe neanche la prima struttura di questo tipo a Londra, che già dal 2009 vanta il Murray Grove, alto appena nove piani.

Al momento il record è detenuto dal Treet di Bergen, in Norvegia, in fase di completamento. Ma non è l’unico edificio di questo tipo in corso di progettazione o realizzazione in Europa. A quanto pare il legno è il nuovo acciaio e ha trovato un nutrito gruppo di sostenitori tra gli architetti di tutto il pianeta. La risorsa è più economica, rinnovabile, veloce da maneggiare e leggera. Ma la domanda principale è: quanto è sicura?

L’ombra dei due grandi incendi di Londra grava pesante sulla città. In passato il legno era la risorsa principale per costruire le case: cosa dovrebbe succedere se tornasse a esserlo in futuro? Ma i realizzatori del progetto assicurano che hanno valutato attentamente il rischio incendi e che aderiranno a tutte le normative sulla sicurezza. Me lo auguro, altrimenti il grattacielo rischierebbe di acquisire subito un nuovo soprannome: the Match, il fiammifero.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto