Logo Londra Da Vivere
NEWS

Terzo Lockdown in UK, cosa cambia rispetto a marzo

|
EU Network
AEMORGAN

Per fronteggiare l’aumento vertiginoso dei contagi da Covid-19, il governo britannico ha deciso di imporre un nuovo lockdown in tutto il paese. Ecco cosa si può fare e cosa invece resta vietato, e quali sono le differenze rispetto ai lockdown precedenti.

Le nuove restrizioni a partire da domani 6 gennaio. Lo ha annunciato Boris Johnson nel discorso delle 20.00 di lunedì scorso, in risposta alla nuova mutazione del Coronavirus che mostra livelli di contagiosità superiori del 50-70% rispetto alla variante più diffusa.

“Voglio dire a tutti […] che so quanto sia duro tutto ciò, e so quanto siete frustrati” ha dichiarato il primo ministro. “So che ne avete abbastanza delle linee guida del governo per battere il virus, ma ora più che mai dobbiamo restare uniti. Dovreste seguire le nuove regole sin da ora, e diventeranno legge da mercoledì mattina quando il Parlamento si riunirà, per lo più in remoto, più tardi nella giornata.”

Le nuove regole sono molto simili a quelle introdotte a marzo 2020, ma stavolta -nonostante l’arma dei vaccini– c’è grande incertezza sulle tempistiche; Michael Gove ha adombrato di recente l’ipotesi di un lockdown intermittente almeno fino a marzo.

Lockdown 2021: Cosa Cambia

Le indicazioni del governo, comunque, si focalizzano su questi parametri:

  • Restate a casa: Al motto di “Stay at home, protect the NHS, save lives” e “Hands. Face. Space.” dovete evitare di uscire il più possibile. I residenti del Tier 4 lo facevano già, ma ora la cosa riguarda tutto il Regno Unito. Si può uscire solo per comprovate necessità come la spesa, visite mediche, per offrire supporto alla propria bolla di affetti o per ragioni di fitness.
  • Fitness: Esattamente come a marzo, ci si può allenare fuori casa solo una volta al giorno, ma a differenza della volta scorsa ora si può stare in compagnia di un’altra persona, purché manteniate le distanze di sicurezza. Va bene quindi la corsa assieme (a ragionevole distanza), ma niente panchina e chiacchiere, né caffè assieme. Ovviamente le palestre restano chiuse, né sono consentite le attività di squadra all’aperto.
  • Scuole Chiuse: Esattamente come a marzo, le scuole restano chiuse tranne per i figli dei lavoratori essenziali. Per tutti gli altri, didattica a distanza. Anche se su questo fronte potrebbero esserci ulteriori strette, dato che per gli esperti la scuola è uno dei luoghi ove il contagio del nuovo ceppo di Covid-19 è più frequente.
  • Parchi: Mentre a marzo i parchi sono stati chiusi a intermittenza, stavolta resteranno aperti per tutti.
  • Precauzioni: Esattamente come la volta scorsa, si chiede alle persone anziane e alle categorie più a rischio di prestare particolare attenzione, e di proteggersi da possibili contagi. “Se siete clinicamente molto vulnerabili,” ha dichiarato il primo ministro, “vi si raccomanda di iniziare a praticare lo shielding di nuovo.” Sarà premura di ogni GP contattare direttamente e uno per uno i pazienti che rientrano in questa categoria, spiegando loro cosa devono fare.
  • Vaccini: Questa è forse la differenza più grande rispetto a marzo. Mentre allora non sapevamo che sarebbe accaduto, ora invece cominciamo a vedere la luce in fondo al tunnel. Ma prima che il programma di vaccinazione della popolazione possa sortire i suoi effetti, ci vorrà ancora qualche mese.
Il tuo voto: 0
Voti totali: 0