NEWS

Un albero di Natale social a South Bank per un nobile scopo

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Per le festività natalizie Londra è pronta a illuminarsi della luce della solidarietà. Presso la Southbank, infatti, dal 4 al 17 dicembre verrà installato un nuovo albero di Natale di fronte alla grande ruota panoramica del London Eye. Un evento affatto strano in questo periodo, se non fosse per la curiosa alimentazione dell’illuminazione dell’abete alto sette metri.

Sì, perché saranno i ricordi e i pensieri positivi legati al Natale, espressi attraverso messaggi social, a dare energia e a rendere più luminoso l’albero. Coloro che si troveranno a passare e noteranno la chioma sempreverde dell’albero non dovranno fare altro che scrivere i propri messaggi impregnati di ottimismo e pubblicarli su Twitter o Instagram utilizzando l’hashtag #LightUpXmas: più saranno i tweet e le foto online e più l’albero risplenderà festosamente.

Tuttavia non si tratta di una trovata fantascientifica o di una promozione di marketing fine a se stessa: a realizzare l’installazione sarà infatti l’associazione no profit Marie Curie, che si occupa di offrire assistenza e supporto alle persone affette da malattie allo stato terminale, nonché alle loro famiglie, in segno di ringraziamento per il lavoro compiuto in questo periodo (e durante l’anno) da tutto il personale infermieristico e medico dedito al nobile compito.

La Dottoressa Jane Collins, amministratore delegato di Marie Curie, ha spiegato che “il Natale riguarda la creazione di memorie positive e lo stare insieme in un momento speciale. Per molte persone che vivono con una malattia terminale questo sarà l’ultimo Natale, ma gli infermieri e le infermiere del Marie Curie, i volontari e gli attivisti ci aiuteranno ad assicurarci che siano in grado di trarre il meglio dal tempo che hanno a disposizione, insieme alle persone che amano”.

L’esperimento dell’albero di Natale social, se così si può chiamare, è unico al mondo e avrà come obiettivo anche quello di incentivare le donazioni all’associazione Marie Curie: oltre alle istruzioni che verranno riportate sullo schermo luminoso che adornerà la conifera, è possibile inviare donazioni singole o a intervalli regolari di denaro tramite il sito ufficiale.

La charity Marie Curie è nata circa 70 anni fa, nel 1948, e attualmente gestisce nove strutture nel Regno Unito; solo nell’anno 2014 – 2015 ha aiutato circa 40mila pazienti, grazie al supporto di 2700 persone. A tutti gli effetti si tratta del più ampio e ramificato servizio di assistenza per malati terminali della Gran Bretagna dopo quello offerto dal National Health Service.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto