Un fulmine gigante nascerà presto a Londra in onore di David Bowie

Un fulmine gigante nascerà presto a Londra in onore di David Bowie

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Con la scomparsa di David Bowie il 10 gennaio 2016 se n’è andato un pezzo della storia della musica che ha cambiato l’intero modo di percepire il pop. Da quel giorno il Duca Bianco è stato commemorato numerose volte a partire dagli artisti più famosi che hanno reinterpretato i suoi brani più celebri, fino ad arrivare all’approdo su What’s App con delle emojii che rappresentano il suo viso così come è raffigurato sulla famosissima copertina dell’album “Aladdin Sane” del 1973.

La stessa immagine è diventata un murales, realizzato dall’artista James Cochran a Brixton, sobborgo di Londra dove l’artista è nato e cresciuto. Tantissimi sono i fan provenienti da ogni parte del mondo che, quotidianamente, rendono omaggio al camaleontico cantante soffermandosi davanti a quell’opera d’arte a cielo aperto, spesso portando con sè un fiore o un messaggio dedicato all’idolo scomparso.

Oltre al noto murales, il quartiere natale di Bowie a breve potrebbe ospitare anche un altro memoriale in suo onore, ben più imponente e visibile, al pari della grandezza dell’artista. L’idea è nata dalla compagnia di design londinese “This ain’t rock’n’roll” che, con il team di David Bowie a New York e a Londra, ha lanciato una raccolta fondi online sul sito di crowdfunding inglese Crowdfunder.

La cifra da raggiungere entro il 21 marzo è di 990 mila sterline, l’equivalente di 1,2 milioni di euro. Una somma considerevole che servirà al collettivo di artisti per creare un gigante fulmine rosso e blu, alto nove metri quindi come un palazzo di tre piani. L’opera è, ovviamente, riferita sempre alla celeberrima copertina del suo album in cui quella fiammeggiante saetta è dipinta sul viso del Duca Bianco.

L’opera sarà istallata al numero 40 di Stansfield Road, vicino alla casa dove il cantante nacque l’8 gennaio 1947. Una posizione, quindi, non casuale che il collettivo di artisti ha scelto anche per altri motivi, così come è spiegato sulla pagina del progetto:

“La posizione scelta non potrebbe essere più iconica. A cinque strade di distanza dal luogo di nascita di Bowie e vicino a famoso murales di Jimmy C, ma soprattutto vicino alla fermata centrale della metropolitana . Il memoriale sarà la prima cosa che la maggior parte dei visitatori vedrà quando arriverà a Brixton. Al mattino, il sole che sorge splenderà direttamente sulla struttura, dando il benvenuto e regalando un sospiro di sollievo a tutti noi pendolari”.

Insomma, ci si aspetta un’opera strepitosa pari al valore di un’artista che ha lasciato un vuoto nel mondo dell’arte in generale. Con il suo fulmine gigante Brixton, fiera di essere stata parte integrante della vita di Bowie, continuerà a celebrare la grandezza del cantante, ricordandolo e tramandando il suo ricordo anche alla generazioni future.

 

 

 

 

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti