NEWS

L’uragano Ophelia in arrivo nel Regno Unito: toccherà anche Londra?

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Vi state godendo il caldo di questo weekend incredibilmente hot visto le medie autunnali di Londra? Non è tutto oro quel che luccica: l’aumento di temperatura che si registrerà tra oggi e domani, con temperature che toccheranno i 24-25 gradi (la media stagionale è di 14°), è dovuto all’avvicinarsi dell’uragano Ophelia che presto arriverà nel Regno Unito e sta spingendo masse d’aria calde dalla Spagna verso nord.

Il realtà, l’uragano Ophelia, nato a sud-ovest delle Azzorre, si sta dirigendo verso nord-est attraverso l’Oceano Atlantico, e, secondo gli esperti del Met Office, giungerà in Irlanda e nel Regno Unito lunedì 16 ottobre; tuttavia, l’impatto con le isole britanniche non sarà della stessa portata di quello di un vero uragano: secondo quanto riportano i meteorologi, Ophelia disperderà energia durante il suo passaggio nell’oceano, perdendo le caratteristiche di un uragano tropicale e non potendo più essere definito come tale quando toccherà la Gran Bretagna.

In ogni caso, il tempo non sarà dei migliori: bisogna aspettarsi, tra lunedì 16 e martedì 17 ottobre, venti molto forti fino a 50 miglia orarie. Sono attese condizioni climatiche avverse, comunque, per tutta la settimana, anche se progressivamente il tempo dovrebbe andare migliorando. È bene poi ricordare che non tutto il Regno Unito verrà colpito da Ophelia con la stessa forza, con le zone più a est (come Londra) che dovrebbero essere tra le più riparate e sicure.

A preoccupare la popolazione in questi giorni è stato soprattutto il ricordo del Great Storm del 1987: 30 anni fa, infatti, un vero e proprio uragano colpì la Gran Bretagna, causando molti morti e ingenti danni materiali.

In ogni caso, è bene tenere a mente che nei prossimi giorni sono attesi venti molto forti e che è necessario evitare di avvicinarsi alle zone marittime (se vi spostate in una località balneare dell’Inghilterra) dove sono previste mareggiate e onde alte.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto