Diventare insegnante o ricercatore a Londra è possibile: ecco come!

Diventare insegnante o ricercatore a Londra è possibile: ecco come!

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il sogno di molti giovani è diventare ricercatore o avviare una carriera accademica all’interno delle Università. Chiaramente non esiste un’unica strada percorribile per diventare insegnante o ricercatore nel Regno Unito, ma vediamo di fornire qualche consiglio.

Innanzitutto, il primo passo importante è fare un PhD (dottorato) nel Regno Unito, soprattutto per le materie umanistiche. Nel campo delle scienze naturali, invece, potrebbe bastare una laurea con una votazione alta nel campo in cui si vuol fare ricerca, poiché i posti offerti sono molti di più così come maggiori sono i finanziamenti da parte di enti pubblici e privati (il British Council riporta che i settori in cui il Regno Unito investe di più sono: aerospaziale e difesa; industria automobilistica; biotecnologia e parafarmaceutica; industria chimica; elettronica, comunicazione e IT; sanità). Un PhD dura 3-4 anni; per pagare le tasse universitarie potete cercare borse di studio – pubbliche offerte dalle Università, bandi europei e borse private.

Durante il PhD potrete svolgere alcune ore d’insegnamento nel vostro dipartimento, in seminari, in laboratorio, direttamente svolgendo lezioni o come assistente del professore. Se siete interessati a costruirvi una carriera accademica, queste esperienze saranno importanti per la vostra carriera futura, quindi cercate di massimizzare il numero delle ore per espandere il vostro portfolio. Sul piano della ricerca è importante avere una serie di pubblicazioni ufficiali in libri e riviste specializzate una volta terminato il PhD.

A questo punto, soprattutto se interessati alla ricerca, si può decidere di ottenere una borsa di studio per seguire un post-doc, cioè un periodo di 1-3 anni dedicati ad approfondire le conoscenze acquisite. Dopo questa fase, si può decidere di proseguire con la carriera accademica oppure di fare ricerca al di fuori dell’Università, ad esempio in azienda.

In alternativa, si può iniziare subito a inviare candidature per diventare lecturer, il primo gradino nella carriera di docente universitario. La fase tra la fine del dottorato e l’avvio di una carriera accademica vera e propria può essere lunga e abbastanza frustante in quanto spesso troverete contratti a part-time o a tempo determinato che implicheranno la necessità di lavorare anche per più di un ente.

Tuttavia tenersi in contatto con professori, colleghi e amici di università può essere un ottimo modo per trovare un lavoro tramite il passaparola così come partecipare a conferenze, seminari o in gruppi di lavoro. Per quanto riguarda la ricerca online, Jobs.ac.uk è specializzato in lavori accademici, così come PhDJobs. Altri siti possono essere the Guardian Jobs, Independent Jobs, Times Educational Supplement Jobs e Times Higher Education Jobs.

Tip: per avviare una carriera permanente in scienze non naturali, in molti mi hanno detto che Londra non è il top, in quanto ci sono meno opportunità che in altre parti del Regno Unito.

Una volta avviata la professione di lecturer in pianta stabile, dopo 3-5 anni, si può aspirare a salire di grado diventando senior lecturer, poi Reader e infine Professor.

Qui il link di un organigramma utile e chiaro: http://www.leru.org/files/general/UK-England.pdf.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti