Il Palazzo di Westminster: la guida completa e tutte le opportunità per visitarlo (anche gratuitamente)

Il Palazzo di Westminster: la guida completa e tutte le opportunità per visitarlo (anche gratuitamente)

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il Palace of Westminster non è un posto così inaccessibile come molti credono.

Ovviamente in tanti sanno che è possibile entrare tramite tour a pagamento, ma quanti di voi conoscono la possibilità di accedere in maniera assolutamente gratuita?

E allora ecco di seguito una serie di modi per entrare in uno dei luoghi simbolo di Londra, ma prima una nota sulle modalità di accesso. Le norme sulla sicurezza sono basate su un controllo dello stesso tipo di quelli che si fanno in aeroporto, cioè verifica degli effetti personali (cinture, chiavi, borse,scarpe), inclusa la mitica passeggiata in calzini attraverso lo scanner.

Perciò, assicuratevi di avere tutto in pendant e seguite i suggerimenti.

RESIDENTE NEL REGNO UNITO? ASSISTI AD UN DIBATTITO ALLE CAMERE !

Questa possibilità è la più completa perché da l’accesso anche alle Camere del Parlamento ma, ahimé, è riservata agli italiani residenti all’estero, cioè coloro che hanno trasferito la loro residenza in UK e che quindi risultano cittadini inglesi a tutti gli effetti.

Infatti sia la Camera dei Comuni che la Camera dei Lord hanno gallerie aperte al pubblico.

Coloro che volessero assistere alle udienze del mercoledì alla Camera dei Comuni, possono ricevere un biglietto di accesso gratuito contattando il proprio MP, vale a dire il proprio Member of Parliament (potete controllare il vostro tramite questo link), oppure possono raggiungere il Public Information Point e poi, l’avrete capito, mettersi in fila.

L’accesso (da St. Margaret Street) vi conduce direttamente a Westminster Hall, unica parte rimasta dell’originale palazzo, che risale al 1907. Westminster Hall è uno dei più grandi saloni d’Europa con un soffitto del XVI secolo a travi sporgenti non supportato da pilastri.

Qui potrete ancora ammirare l’installazione temporanea a cura di Jorge Otero Pailos di cui abbiamo parlato in questo articolo, l’architetto che ha restaurato la parete est della sala, ripulendola dallo sporco degli ultimi cento anni.

Salendo i gradini in fondo alla sala potrete accedere alla sala di Santo Stefano, nata sulla cripta della originaria cappella distrutta, come del resto la maggior parte dell’edificio, nell’incendio del 1834. Utilizzata dalla Camera dei Comuni durante la seconda Guerra Mondiale, ospita oggi dipinti e statue di re e regine.

Dall’altro lato rispetto a Santo Stefano e appena sotto la Central Tower, potrete ammirare la Central Lobby: qui gli elettori possono incontrare e conferire con i membri del Parlamento, l’area è inoltre utilizzata anche come sala stampa per i giornalisti.

La stanza campeggiata dal massiccio soffitto dorato è arricchita da statue raffiguranti uomini di stato e da mosaici che rappresentano i santi patroni delle nazioni costituenti il Regno Unito: San Giorgio per l’Inghilterra, Sant’Andrea per la Scozia, San David per il Galles e San Patrizio per l’Irlanda del Nord.

Dalla Central Lobby si accede finalmente alla Camera dei Comuni a sinistra e alla Camera dei Lords a destra.

La galleria pubblica della camera dei Comuni si affaccia sulla famosa stanza tappezzata di verde con la sedia dello Speaker al centro. La galleria è separata da un vetro antiproiettile: il silenzio è d’obbligo e non è possibile scattare foto, ma, se siete troppo stanchi o non esattamente appassionati di politica, potrete uscire e lasciare il dibattito.

La Camera dei Lords è molto più grande ed elaborata rispetto alla camera dei Comuni: durante l’apertura ufficiale del Parlamento la Regina, dal trono della Camera tiene un discorso atto a presentare i progetti del governo. Anche qui il soffitto è dorato, ma non ci sono vetrate e posti a sedere (infatti si viene chiamati a piccoli gruppi) e l’effetto è veramente coinvolgente. Durante i consigli o i dibattiti ufficiali i tempi di attesa per assistere sono davvero lunghi, perciò se le code non sono il vostro forte lasciate perdere!

ASSISTI AI DIBATTITI AL WESTMINSTER HALL O A QUELLI DEL COMITATO RISTRETTO !

Non siete cittadini britannici a tutti gli effetti ?

Non scoraggiatevi, esiste un’altra possibilità. Assistere ai dibattiti di Westminster Hall o a quelli del Comitato Ristretto non è impossibile.

I dibattiti di Westminster Hall sono quelli dove i parlamentari possono discutere le questioni in modo più dettagliato rispetto alle principali camere.

I dibattiti si svolgono nella Grande Sala del Comitato (Grand Committee Room) che si trova al piano superiore fuori l’angolo nord-ovest di Westminster Hall: ci sono posti a sedere per circa 30 persone del pubblico. Se desiderate partecipare a una seduta dovete arrivare almeno un’ora prima della seduta e passare attraverso le misure di sicurezza. Anche qui il telefono, ancora una volta, va messo in modalità silenziosa. Se date uno sguardo al calendario sul sito del governo potrete consultare date e orari dei dibattiti.

È anche possibile assistere ai dibattiti del Comitato Ristretto dove funzionari di polizia e alte cariche vengono interrogate dai deputati; a questo link più info. Con l’accesso al dibattito Ristretto si ottiene anche la libertà di vagare per tutte le altre aree pubbliche come Santo Stefano e la Central Lobby.

LA POLITICA TI ANNOIA? GUARDA L’ ARTE !

Se non siete proprio delle cime sulle questioni politiche, ma subite il fascino dell’arte questa soluzione fa al caso vostro ed è aperta proprio a tutti.

Certo non vedrete Camera dei Lord e Camera dei Comuni, ma è un buon modo per infilarvi a Westminster Palace.

Oltre alla già citata installazione di Pailos in Westminster Hall, è possibile visitare in questo periodo “New Dawn” la scultura di Mary Branson che celebra i 150 anni dalla nascita delle campagne per il diritto di voto delle donne.

È collocata all’ ingresso di Santo Stefano ed è visitabile fino al 1 ° Settembre, prenotando online sul sito, o chiamando il +44 (0)20 7219 4114, oppure di persona presso la biglietteria nella parte anteriore della Portcullis House su Victoria Embankment.

PRENOTA UN TOUR !

Un modo per visitare in maniera completa il Parlamento e conoscerne storia e curiosità è quello di prenotare un tour affiancato da una guida italiana specializzata.

Esistono molte guide italiane che vi danno la possibilità di visitare il Parlamento britannico comprese Camera dei Lord e dei Comuni.

Le guide hanno una durata di 75 minuti circa e sono fornite da guide Blue Badge, vale a dire guide specializzate che hanno il patentino per esercitare.

Vi basta fare una ricerca online per consultare orari e prezzi.

Il tour in italiano ha un costo di circa 25 pound e va prenotato, secondo disponibilità e orari suggeriti.

Tutte le info qui.

Insomma, se vi armate di buona pazienza e degli strumenti giusti il Palazzo di Westminster non sarà più un segreto per voi!

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti