Logo Londra Da Vivere
TEMPO-LIBERO/ATTRAZIONI

Cosa vedere a Greenwich, il quartiere famoso per il meridiano zero

|
EU Network
AEMORGAN

Quartiere e Royal Borough di Greenwich a Londra

Sin da piccoli abbiamo sentito parlare di Greenwich nelle lezioni di geografia su meridiani e paralleli, per poi imparare che il nome del meridiano zero deriva dalla zona di Londra da cui idealmente passa. Solo molto più tardi, trasferendoci nella capitale inglese, abbiamo invece scoperto che la nostra pronuncia di Greenwich era completamente errata. Detto questo, oltre al meridiano c’è di più: Greenwich è un quartiere londinese, a circa 9Km a sud-est da Charing Cross, che fa parte dell’omonimo Royal Borough, famoso per i suoi parchi, mercati, ma anche alcune bellissime attrazioni da non perdere, dal Cutty Stark al National Maritime Museum.

Le attrazioni di Greenwich

Il nome Greenwich, di origine vichinga, significa “luogo verde sulla baia” proprio per identificare le sue caratteristiche fisiche, con il grandissimo parco e l’affaccio sul Tamigi. Di seguito trovate le attrazioni da non perdere nel quartiere.

Parco di Greenwich

Il Parco di Greenwich è il più antico dei Royal Parks di Londra (è tale dal 1433) e, con i suoi 74 ettari, è anche uno dei più grandi nell’area meridionale della capitale. Inizialmente, il parco era utilizzato per le battute di caccia del Palazzo Reale di Placentia, fino a quando l’architetto André Le Nôtre riprogettò il parco nel corso del 1600. È stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco.

Il parco sorge in uno spazio collinare, sulla cui sommità si trova l’Osservatorio reale e la statua di James Wolfe, comandante della spedizione inglese volta alla conquista del Québec. Ai piedi della collina, invece, si trova la Queen’s House, mentre alle sue estremità si trovano due importanti residenze storiche: a sud del parco, al confine con Blackheat, si trova la casa del Renger, una villa che ospita la collezione d’arte Wernher Collection, mentre a est del marzo si trova il castello di Vanburgh, costruito dall’architetto John Vanburgh per la sua famiglia nei primi anni del ‘700.

Dal parco di Greenwich si gode anche di una vista magnifica sullo skyline di Londra, oltre a una bellissima visuale sul Tamigi e sull’Isle of Dogs (tra l’altro è possibile arrivare all’Isle of Dog tramite un tunnel sotterraneo percorribile a piedi).

Royal Museums Greenwich

Il Royal Museums Greenwich è un’organizzazione di quattro musei situati nel quartiere. Questi sono:

  • Osservatorio reale: situato sulla sommità del Parco di Greenwich, è famoso per il meridiano che passa idealmente dalla cupola dell’osservatorio. Il meridiano di Greenwich è il punto zero per determinare la longitudine di ogni punto sulla Terra. Nato nel 1675 per determinare la longitudine delle imbarcazioni a largo, nel XX secolo l’osservatorio ha iniziato a occuparsi soprattutto di astrofisica.
  • Cutty Sark: si tratta di un clipper (cioè di una nave a vela con due o tre alberi utilizzata per il trasporto di merci nell’800) creato per vincere la gara del tè del 1872, sulla rotta fra il porto di Wusong (Shanghai) e Londra. La nave – il cui nome deriva dalla polena raffigurante una strega semi-nuda (Cutty Sark significa “sottoveste” in scozzese) – non vinse mai la gara, ma acquistò una certa popolarità. Dopo vari passaggi di proprietà, nel 1954 il clipper è stato ormeggiato a Greenwich e aperto al pubblico.
  • Queen’s House: si tratta di una residenza reale realizzata dall’architetto Inigo Jones tra il 1614 e il 1617 per la regina Anna di Danimarca (moglie di Giacomo I d’Inghilterra) ma completata solamente nel 1635 quando Carlo I la volle donare alla conserte, Enrichetta Maria. È il primo esempio di architettura palladiana in Gran Bretagna. Oggi ospita dipinti storici che raffigurano la storia di Greenwich e ritratti di sovrani Tudor e Stuart che hanno vissuto qui. Inoltre, ospita alcune collezioni del National Maritime Museum.
  • National Maritime Museum: è il museo marittimo più importante del Regno Unito. Aperto nel 1934, conta oltre due milioni di oggetti esposti legati alla storia marittima dell’impero, all’arte marittima, la cartografia, manoscritti, modelli di imbarcazioni, strumenti scientifici e di navigazione, strumenti di astronomia etc. Ha anche una grandissima collezione di ritratti inglesi e la più grande libreria al mondo specializzata nel settore marittimo.

Old Royal Naval College

L‘Old Royal Naval College fa parte del patrimonio UNESCO ed è un edificio che vanta una storia lunga oltre 500 anni. Costruito nel 1498 e inizialmente conosciuto con il nome di Greenwich Palace, l’edificio è stato residenza reale fino al 1694, dando i natali anche a Enrico VIII. Nel 1694, la residenza venne trasformata nel Royal Hospital per volontà della Regina Maria II, con l’obiettivo di sostenere e curare tutti coloro che avevano servito nella Royal Navy. L’attuale Royal Naval College nasce solo nel 1837, quando il Naval College di Portsmouth acquisì l’edificio del Royal Hospital.

Il Royal Naval College è oggi uno degli edifici più visitati di Londra ed è uno dei musei gratuiti della città. Famoso per il suo stile barocco e per le figure famose legate a questo luogo (dal già citato Re Enrico VIII a Nelson), il Royal Navale College ospita anche la Painted Hall, conosciuta anche come la “Cappella Sistina del Regno Unito”.

O2 Arena

Non solo storia e musei: a Greenwich c’è anche spazio per i grandi concerti e le grandi manifestazioni sportive! Nel 2007 è stata aperta al pubblico The O2 Arena, conosciuta anche con il nome di North Greenwich Arena: si tratta di un’arena coperta che ospita molti eventi sportivi e musicali avendo una capienza di ben 20mila posti a sedere. The O2 Arena si trova all’interno di un grande centro espositivo (ed è possibile anche vedere il panorama dalla cima dell’edificio… scalandolo!)

Mercatino di Greenwich

Greenwich è anche famoso per il suo mercatino coperto in cui si possono trovare bancarelle di antiquariato, accessori per la casa, stampe, tappeti, giocattoli in legno e specialità gastronomiche locali e internazionali. Il mercatino è anche circondato da tanti negozietti, ristoranti e pub. Il mercatino è aperto tutti i giorni.

Vivere a Greenwich: informazioni utili e prezzi

Se vi piacerebbe vivere a Greenwich, ma avete bisogno di qualche informazione in più, ecco cosa sapere sul quartiere, oltre le attrazioni da vedere.

  • Zona: 2
  • Borough e council: Greenwich
  • Posizione: South East
  • Postcode: SE10 (in alcune zone SE8)
  • Metro: sì – North Greenwich (Jubilee Line), Greenwich e Cutty Sark Station (DLR)
  • Treni: sì (stazione di Greenwich e Maze Hill – collegamenti con Londra Cannon Street, Barnehurst, Dartford e Gillingham)
  • Bus: 108, 129, 132, 161, 188, 422, 472 e 486 fermano alla North Greenwich Station
  • Trasporto via nave:
  • Ospedali: Queen Elizabeth Hospital
  • Scuole: ci sono numerose scuole, anche se la zona è famosa soprattutto per ospitare l’Università di Greenwich che ha sede all’interno dei magnifici edifici del Royal Naval College. Inoltre, nelle vicinanze si trova anche il conservatorio di danza e musica Trinity Laban. Le due scuole secondarie più famose sono la John Roan School e la St. Ursula’s Convent School (scuola cattolica femminile). Trovate qui l’elenco completo.

Si tratta di un quartiere residenziale, con molti spazi verdi e con costruzioni in stile giorgiano e vittoriano, adatto per chi vuole vivere una Londra meno caotica ma comunque non molto distante dal centro della capitale. Tuttavia, i prezzi di affitti e case non sono molto economici, anzi sono aumentati del 50% in un anno (dati Foxtons). Secondo quanto riporta Foxtons, le case in media costano £706k, il 13,9% in più rispetto alla media totale londinese, mentre i costi degli affitti si aggirano in media sui £419 alla settimana (26,1% in meno rispetto alla media londinese). In pratica, un monolocale può arrivare a costare fino a £310 a settimana (circa £1240 mensili), un 2 bedroom flat fino a £392 a settimana (£1568 al mese) e un 3 bedroom flat fino a £561 (£2244) a settimana.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0