TEMPO-LIBERO

È Peckham il quartiere migliore in cui vivere a Londra

|


Londra è una città in continua evoluzione con i suoi numerosi quartieri che cambiano assetto sociale e architettonico con una velocità impressionante. Per questo motivo molto spesso le zone più anonime possono diventare improvvisamente meta sia dei turisti che degli abitanti del posto, così come è avvenuto per Peckham.

Si tratta di un quartiere a sud est della capitale inglese, facilmente raggiungibile con l’Overground alla fermata di Peckham Rye. La zona si è letteralmente trasformata grazie al fenomeno della “gentrification“, termine che definisce quel processo attraverso il quale un quartiere abitato da una classe sociale considerata bassa o popolare prende valore e prestigio grazie agli investimenti da parte della classe benestante.

Secondo la classifica stilata dal “Sunday Times” che stabilisce i posti migliori in cui vivere a Londra, Peckham quest’anno si è accaparrata addirittura la prima posizione, superando Barnes e Bermondsey, rispettivamente secondo e terzo posto. I canoni di giudizio presi in considerazione sono stati vari, tra cui la qualità della vita, il tasso di criminalità, i prezzi delle case e il rendimento scolastico.

Stando alle statistiche, Peckham attualmente risulta il quartiere londinese più “cool” del momento in cui è possibile imbattersi in ambienti tanto diversi quanto affascinanti. A pochi metri dalla stazione c’è la strada principale “Rye Lane” che mantiene intatta la sua identità originaria grazie alla presenza di una numerosa comunità di origine africana mescolata a molti caraibici. Lì si troveranno negozi di carne, pesce, frutta, verdura, spezie accanto a take away di pollo fritto e bancarelle di ogni tipo.

Basta, poi, spostarsi nella strada parallela, “Bellenden Road“, per provare sensazioni completamente diverse soffermandosi in piccole botteghe indipendenti tra cui antiquari, librerie, bakeries, negozi vintage e addirittura macellerie specializzate in carni biologiche. Non mancano locali di ogni tipo, in cui è d’obbligo fare una capatina per sorseggiare un buon cocktail o degustare pietanze particolari. Tappa fissa è il “Frank’s Café“, un complesso aperto solo nei quattro mesi estivi che occupa gli ultimi due piani di un parcheggio da cui è possibile godere di una vista mozzafiato su tutta la città.  Altro luogo di ritrovo è il “CLF Art Café“, uno spazio caratterizzato da bellissimi interni decorati con murales e che offre un ristorante francese di alta qualità, un fornitissimo negozio di dischi e una pista da ballo dove suonano i migliori dj in circolazione.

Insomma, se fino a poco tempo fa Peckham era considerata come zona poco raccomandabile per l’alto tasso di criminalità presente, adesso è un quartiere in pieno fermento e tutto da scoprire in cui è possibile immergersi in ambienti artistici e sociali in continua evoluzione.

 

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0