TEMPO-LIBERO/EVENTI

Alla Royal Academy of Arts un grande party per festeggiare i 250 anni

|
EU Network

Ci sono poche istituzioni attive come la Royal Academy of Arts (meglio conosciuta con la sigla RA) a Londra: nonostante si tratti di un ente artistico privato, che quindi non gode di fondi pubblici, le mostre e le attività di ogni tipo, anche per bambini, organizzate annualmente sono una parte importante dello scenario culturale londinese.

Probabilmente l’immagine proiettata all’esterno non era di particolare freschezza, e forse i recenti lavori di ristrutturazione e ampliamento sono stati effettuati anche per svecchiare l’istituzione.

In ogni caso il pubblico potrà vedere con i propri occhi il risultato di questa operazione nel weekend del 19-20 maggio, quando la Royal Academy ospiterà un grande party per festeggiare i suoi 250 anni. L’ingresso sarà naturalmente libero: sabato gli orari di apertura andranno dalle 10 di mattina alle 10 di sera, mentre domenica si chiuderà un po’ prima, alle 6 di sera.

Tante le attività che si potranno svolgere durante le due giornate. Dalle 11 alle 3 ci saranno laboratori creativi di costruzione di modelli architettonici, di disegno di bandiere, creazione di cappelli glitterati e di stampa. Spazio anche alle performance di poesia e spoken word, spettacoli interattivi, come per esempio quello di Sarah Kate Wilson, che con la sua Rainbows trasformerà la scalinata in un prisma sonoro. La musica poi la farà da padrona con una discoteca a base di soul, disco e funk.

Announcing The New RA from Royal Academy of Arts on Vimeo.

Non potevano mancare i tour guidati all’interno della Royal Academy, durante i quali si scopriranno i nuovi ambienti, ma l’elemento principale della festa è il party organizzato da Born n Bread, con dj, musica dal vivo, installazioni e ogni tipo di divertimento, in programma per sabato sera.

Come ogni evento che si rispetti saranno presenti food truck vegani, di pollo fritto, hot dog e cocktail di tutti i tipi, per saziare la fame e la sete dei presenti. Perché è vero che l’arte nutre lo spirito, la mente e l’animo degli esseri umani, ma anche il cibo non è da disprezzare

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1