Pasqua a Londra: le idee low cost per trascorrerla al meglio

Pasqua a Londra: le idee low cost per trascorrerla al meglio

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Se a ottobre appaiono già le prime decorazioni per Natale, al contrario Pasqua non sembra essere così sentita a Londra. Certo, giusto perché non ci sono cose evidenti come l’albero di Pasqua, quindi la festività  non può pavoneggiarsi così tanto. Il bello di Pasqua, in effetti, è che a parte le uova di cioccolata non hanno saputo tirarci fuori niente di commerciale. Quindi, almeno da noi in Italia, la festa conserva la sua autenticità con processioni di via Crucis, le passioni viventi dei piccoli centri, e la imprescindibile gita di Pasquetta.

E a Londra? Tutto questo viene a mancare, ecco perché non vi sentite tanto la Pasqua attorno. E anche l’unica cosa commerciale nella città più commerciale del mondo, cioè l’uovo, mette una tristezza. Primo: le uova con sorpresa qua non esistono. Secondo: la cioccolata farebbe rivoltare il signor Ferrero nella tomba solo per il fatto che si permettono di chiamarla così.

Ok, ma polemiche a parte (e perdonate la mia acidità, dovuta alla passata ingestione di prodotti dolciari di produzione inglese di dubbia qualità), cosa possiamo fare noi italiani, orfani della nostra terra, nel week end di Pasqua a Londra e qualche giorno prima?

Nonostante sia molto più caratteristico osservarla in un paesino sperduto degli Appennini, se ci tenete alla Passione vivente ne viene organizzata una massiccia a Trafalgar Square, venerdì 3 aprile. In grande stile londinese (spocchiosi), saranno presenti almeno un centinaio di attori in costume, e asini, cavalli e colombe. E migliaia di persone, quindi datevi un pizzico sulla pancia, o adattatevi a vederla sul grande schermo.

Passiamo alla gita di Pasquetta: è un’ottima occasione per esplorare i dintorni della capitale inglese e avventurarsi nel countryside. Molte delle destinazioni più famose sono a un’ora o meno di distanza di treno. Potete andare a visitare il castello di Windsor, oppure viaggiare per incontrare il mare nell’energica Brighton, o ancora fare una full immersion culturale e un po’ di punting tra Oxford e Cambridge… le possibilità sono illimitate, basta prendere il treno giusto.

Se per qualsiasi motivo non poteste allontanarvi da Londra, non rinunciate comunque a una bella gita. Questa città sarà anche sporca e caotica, ma ha più aree verdi di qualsiasi altra capitale d’Europa (dati ISTAT non verificati, mi scocciavo). Il mio consiglio però è di non andare nei soliti parchi stra-conosciuti da turisti e residenti (leggasi Hyde Park e Regent’s Park). Bandite anche luoghi più fuori mano ma altrettanto popolari come la panoramica Primrose Hill, perché state sicuri che non siete gli unici geni ad avere avuto quella pensata.

Qualche consiglio? Tra i parchi lontani dal centro Hampstead Heath si dimostra sempre una scelta azzeccata. London Fields per un bel barbecue autorizzato. Il top è naturalmente la riserva naturale di Richmond, che è una vera e propria gita di un giorno anche se restate a Londra. E se davvero non potete allontanarvi da casa, cercate il parco o giardino più vicino a casa vostra: ogni borough ha dozzine di aree “common” e “green” dove potersi stendere su un bel prato verde.

Se avete bambini, un’attività molto popolare da queste parti è la egg hunt, la caccia al tesoro delle uova di Pasqua. Si organizzano in diverse parti della città, in varie giornate: al Battersea Park Zoo (dal 20 marzo al 5 aprile), al Cutty Sark (fino al 6 aprile), al Gabriel’s Wharf (il 4 aprile), Kensington Roof Gardens (5 aprile), Bank of England Museums (dal 30 marzo al 10 aprile). Un’alternativa simparica, e molto più attraente per i piccoli, è la caccia alle anatrelle smarrite che si terrà al London Wetland Centre dal 28 marzo al 12 aprile

A proposito di cioccolata: ok, sostengo sempre che qua in Inghilterra non sanno proprio estrapolare dal cacao qualcosa che ci faccia anche solo lontanamente pensare alla Germania, alla Svizzera o al Piemonte. Però è sempre interessante scoprirne la produzione. O almeno, per me che sono un patito. Quindi vi consiglio di recarvi ai Chelsea Physic Garden martedì 7 aprile, per imparare qualcosa sulla storia, la geografia e la scienza del cioccolato. Pasqua è finita, lo so, e forse avrete da lavorare, ma di fronte al cibo degli dei non si può dire di no.

E per smaltire tutto lo zucchero? Bruciatelo nella London Easter 10 km race, che si terrà il lunedì di Pasquetta a Regent’s Park (cioè, dove vi ho detto di non andare). Partenza alle 10.30, e per partecipare potete iscrivervi su questo sito. E buona Pasqua londinese!

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti