Logo Londra Da Vivere
TEMPO-LIBERO

I 10 migliori ristoranti di Londra da provare almeno una volta

|
EU Network
AEMORGAN

Sono tantissimi i campi in cui il Regno Unito primeggia, ma bisogna ammettere senza troppe remore che la cucina non è tra questi (per quanto la cattiva fama sia un po’ esagerata). Chiunque abiti a Londra, o vi ha solo passato qualche giorno, sa però che ciò non è affatto un problema: nella grande metropoli fioccano ristoranti, take away, food truck di altissimo livello, rappresentativi di gastronomie di ogni parte del mondo, ma anche fusioni di più cucine differenti e innovativi esperimenti.

Portafoglio permettendo – i prezzi li conosciamo, purtroppo – il desiderio sarebbe quello di provarli un po’ tutti. Dovendo, però, fare qualche scelta, perché non partire dai ristoranti “essenziali”? Se non sapete come fare a districarvi nel mare magnum gastronomico londinese, niente paura! Ecco la nostra lista dei 10 ristoranti di Londra in cui mangiare almeno una volta nella vita.

I 10 migliori ristoranti di Londra: la lista

Hoppers

I tre Hoppers a King’s Cross, Marylebone e Soho rappresentano la giusta alternativa a tutti coloro che sono un po’ stufi dei classici ristoranti indiani che ormai hanno invaso Londra. Anche perché, non bisogna dimenticarlo, qui si parla di autentica cucina della Sri Lanka, proprio perché gli hoppers da cui prendono il nome, sono pancake di farina di riso e latte di cocco sormontati da un uovo. La qualità è ottima, sempre che vi vadano bene porzioni piccole (dal costo abbordabile) dai sapori forti e ovviamente speziatissimi.

Kiln – 58 Brewer Street

Il secondo locale dello chef autodidatta Ben Chapman riprende il tema della cucina Thai dello Smoking Goat (altamente raccomandato), ma come materia prima usa carni e pesci allevati in Gran Bretagna, cotti alla brace e serviti con le tipiche salse della Thailandia più rurale. Insomma, un’esplosione di sapori a prezzi non esagerati.

Bao – 53 Lexington Street

Siete stufi di usare le forchette ma volete mangiare qualcosa di gustoso e raffinato? Provate lo street food taiwanese di Bao, che va dai classici panini ripieni al pollo fritto, il tutto all’insegna della tradizione centenaria della cucina della piccola nazione. I prezzi sono alla portata di tutti e il pasto potenzialmente veloce, se avete fretta.

Barrafina

I tre locali di tapas barcellonesi che triangolano Soho, Covent Garden e Holborn sono un santuario per chi ama piatti come tortilla, croquetas e jamón, ma è possibile trovare anche pesce e carne di alta qualità, così come alcune specialità quali per esempio il cervello di agnello fritto. Prezzi nella media.

Lahpet – 58 Bethnal Green Road

Avete mai assaggiato la cucina birmana? Recatevi in questo ristorante tutto in legno, dove si prepara quello speciale mix di piatti thailandesi e indiani, dai sapori inediti. Provate una delle tante insalate, il filetto di nasello o il rosti con piccante salsa masala. Le porzioni sono enormi e il prezzo alla portata di tutti.

Ducksoup – 41 Dean Street

Il menu di questo eclettico ristorante europeo cambia in continuazione, con tante versioni disponibili dei piatti forte. Per cui affidatevi ai consigli dei camerieri e arriveranno sul tavolo salami al finocchio, ostriche o cozze nel cous cous libanese con coriandolo e peperoncino. Una cornucopia di sapori non eccessivamente cari.

Kudu – 119 Queen’s Road

Questo esotico ristorante si specializza in cucina sud-africana, ma il decor è assolutamente vintage. I piatti, che prevedono cozze speziate, torte salate di cipolle caramellate e cagliata di capra e il locale mosbolletjies (pane immerso nel burro di gamberetti), sono serviti in tradizionali pentolini di ferro.

Nest – 117-119 Morning Lane

La particolarità di questo ristorante è che prevede obbligatoriamente un menu di 7 piatti, tutti ricavati dallo stesso tipo di carne (con opzioni anche per vegetariani), che cambia ogni sei settimane, circa: minor spreco e maggiore sostenibilità, oltre a una qualità strepitosa.

Chicama – 383 King’s Road

È poco conosciuta, ma la cucina peruviana è delle più avventurose al mondo, dai sapori unici che combinano differenti aromi e ingredienti inusuali. Non dimenticate di bere un pisco sour o di sgranocchiare le patate violacee!

Frenchie – 16 Henrietta Street

Alla nostra rassegna poteva mancare un costoso ristorante francese? Ovviamente no, è questo centralissimo ed elegantissimo locale è l’ideale per fare colpo su qualcuno (ma tenete conto di una lunga lista d’attesa). Lo chef Gregory Marchand combina i suoi studi classici a un approccio molto creativo, con risultati sbalorditivi.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0