TEMPO-LIBERO

Il miglior gelato di Londra del 2018 è senza cono

|


Secondo i meteorologi, quest’anno Londra godrà di una lunga estate, calda e piacevole; e il primo pensiero che viene in mente a tutti, dopo la piscina, è un bel gelatone rinfrescante. Ecco quindi dove trovare il miglior gelato della capitale.

Dimenticate il classico cono italiano, ma anche quelli più sofisticati con granella e cioccolata, o le cornucopie di cialda spessa e grossa. Nel 2018 cambia tutto; creme e sorbetti si reggono tra due dita come un panino, perché ora va di moda il gelato a biscotto.

A Camden, Cookies and Scream lo serve all’interno di ciambelle e biscotti vegani e senza glutine;  Blu Top, che spesso si vede far capolino a Victoria Park e Brockley, si è data all’eccentricità con i toast alla cannella francese e il fresco sorbetto di rabarbaro tra due sfoglie al cioccolato. Quelli di Chin Chin Labs invece si sono inventati un sandwich tostato al gelato, chiamato The Warmie, che va mangiato in fretta e furia (Londra Da Vivere declina ogni responsabilità per eventuali macchie su pantaloni e magliette).

Al Theo’s di Camberwell, generose  porzioni di gelato alla nocciola vengono servite nelle ciambelle, mentre allo Yolkin l’abbinamento -geniale- è con i macaron francesi. Ma se volete davvero sperimentare il non plus ultra indiscusso, allora abbiamo il posto che fa per voi. “Lieto fine” garantito.

È iniziato tutto con i sandwich di gelato di Happy Endings, commercializzati fino a pochi anni fa esclusivamente a Spitalfields Market. Da allora si è registrato un successo esplosivo e da una location siamo passati a ben 23 gelaterie sparse per tutta la città, alcune fisse, altre itineranti. Ce n’è una perfino a Selfridges, Eat 17 al Rio Cinema.

Il motivo del successo è semplice e va ricercato negli accostamenti e nella qualità dell’offerta. Scegliete voi il peccato di gola in cui indulgere: c’è il Malty One, uno squisito parfait a base di latte maltato, biscotti d’avena e crumble di malto, bagnato nel cioccolato fuso. Oppure, lasciatevi andare alle veemenza del Negroni sandwich, un parfait al Negroni e arancia rossa con cioccolato bianco, servito dentro un biscotto al cioccolato tempestato di gemme di cacao peruviano. E se vi sembra un filo troppo audace, c’è anche la versione col parfait di fragole e marshmallow alla vaniglia, sigillato in due biscotti scuri di cioccolato.

Ai palati più esigenti, consigliamo invece il “cattivone” della carrellata, il Naughty One, al caramello salato e miso giapponese, posto tra due strati di torta al cioccolato e Guinness. Una bomba di calorie e sodio da provare almeno una volta nella vita. Per trovare la location Happy Endings più vicina a casa vostra, vi consigliamo di dare un’occhiata al sito ufficiale.

Il tuo voto: 3
Voti totali: 2

EU Network