TEMPO-LIBERO

“Il nome del figlio”: Francesca Archibugi in sala al Genesis

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Italiano e femminile: dopo la proiezione del documentario Fear and Desire di Ludovica Fales, lo scorso 13 settembre, il cinema Genesis di White Chapel ospita un’altra autrice italiana: Francesca Archibugi in sala per presentare “Il nome del figlio”.

L’appuntamento, organizzato da CinemaItaliaUk, rassegna di cinema italiano contemporaneo a Londra, è per il prossimo 27 settembre alle 18.30. Sarà presente in sala la regista che si tratterà con gli spettatori per un dibattito una volta terminata la proiezione.

Il nome del figlio, uscito nelle sale italiane nel 2014, si ispira alla piece teatrale francese “Le prénom”, ma è ambientato in Italia e racconta la storia di una coppia, Paolo e Simona, in attesa del primo figlio. A partire da quella che potrebbe sembrare una semplice cena tra amici (in compagnia di un’altra coppia e dell’amico d’infanzia Claudio) si scatenano di fronte agli spettatori le reazioni e le dinamiche più inaspettate innescate da un elemento apparentemente banale, il nome del nascituro appunto.

Nel cast Alessandro Gassman, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Rocco Papaleo and Micaela Ramazzotti.

Il cinema da sempre ha unito i diversi paesi commenta la Archibugi presentando la proiezione londinese – Tanto  più un film esprime il proprio mondo di provenienza, tanto più risulta interessante per altre culture. Racconto di una famiglia italiana, romana, e spero che gli spettatori inglesi capiscano di più di noi, di come siamo fatti e cosa ci interessa. A me piacciono molto i film che sprigionano l’essenza stessa del proprio Paese. E d’altronde, bisogna essere molto molto accurati e per certi aspetti locali per avere la speranza, per paradosso, di riuscire ad esprimer delle storie, dei personaggi e dei sentimenti che siano universali. Per questo Jean Luc Godard dice che il cinema è una finestra sul mondo”.

Il film, come di consueto, sarà proiettato in italiano con sottotitoli in inglese.

Per info: http://www.cinemaitaliauk.co.uk/ – T 020 77802000 – www.genesiscinema.co.uk |

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto