Logo Londra Da Vivere
TEMPO-LIBERO

Mercato Mayfair: siete pronti a gustare specialità italiane in una chiesa sconsacrata?

|
EU Network
AEMORGAN

A poco più di tre anni della prima apertura londinese del Mercato Metropolitano nella sede di Elephant & Castle, è stato lanciato un secondo centro gastronomico nel lussuoso quartiere di Mayfair. Il suo nome è appunto “Mercato Mayfair” e, in poche settimane, è diventata una delle mete più frequentate da cittadini e turisti.

Il mercato si sviluppa nell’affascinante cornice di St Mark’s Church, una chiesa sconsacrata costruita nel 1825. Per decenni l’edifico è stato chiuso al pubblico e, ad oggi, è tornato alla luce dopo un progetto di restauro di due anni costato ben cinque milioni di sterline.

Per avere un’idea dell’importanza di una location del genere, basta pensare che la chiesa è inserita nel “grade 1 listed buildings” ovvero la lista dei palazzi e monumenti della capitale inglese per rilevanza storica e culturale capeggiati dal più celebre Buckingham Palace.

Tutto il Mercato Mayfair è dedicato al cibo da strada, in particolar modo quello inerente alle specialità italiane. La struttura si sviluppa su quattro piani in cui è possibile trovare ristoranti, gastronomie, cocktail bar, pasticcerie e banconi alimentari di ogni tipo.

Si passa dalla tradizionale pizza napoletana alla pasta fatta a mano e condita con i sughi tipici del Bel Paese, per arrivare ai gelati artigianali preparati rigorosamente con ingredienti italiani. Nelle antiche cripte sono state realizzate anche una salumeria ed un’enoteca dove degustare vini di qualità in un’atmosfera unica.

L’edificio offre anche una pittoresca terrazza sul tetto ed un seminterrato che, oltre ad essere disponibile per eventi organizzati da associazioni locali, ospita spettacoli dal vivo e lezioni di musica e cucina. Tutto, ovviamente, si muove sotto il segno del rispetto per l’ambiente: i commercianti acquistano tutti i loro prodotti in modo sostenibile, mentre la plastica monouso è categoricamente bandita dalla sede.

Complimenti, quindi, al responsabile del Mercato Mayfair Andrea Rasca che è così riuscito a dare nuova vita ad uno spazio culturale di elevata rilevanza restituendolo alla comunità in modo alternativo. Impossibile non farci un salto!

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0