TEMPO-LIBERO/MOSTRE

I ritratti di Cézanne arrivano alla National Portrait Gallery

|
EU Network

Se siete appassionati di arte, non potrete perdervi di certo la nuova mostra che in questi giorni ha aperto i battenti alla National Portrait Gallery, a Leicester Square. L’esposizione, che prende il nome di “Cézanne Portraits“, si snoda su più di cinquanta ritratti di Paul Cézanne che provengono da collezioni di tutto il mondo, compresi dipinti esposti per la prima volta in Gran Bretagna.

La mostra, organizzata in collaborazione con il Musée d’Orsay e la National Gallery of Art di Washington DCD, è aperta al pubblico dal 26 ottobre e sarà visitabile fino all’11 febbraio del prossimo anno. Il suo obiettivo è quello di far luce sull’evoluzione stilistica dell’artista francese attraverso opere che hanno preso vita in quarantacinque anni di carriera.

Cézanne è considerato uno dei pittori più influenti del XIX secolo che riuscì ad elaborare in maniera personale la corrente impressionista dell’epoca, tanto da diventare poi punto di riferimento per Matisse e Picasso. Analizzando i suoi ritratti si potrà percepire a colpo d’occhio la sua evoluzione negli anni: dai primi quadri che sembrano quasi brutali ed aggressivi, pieni di abissi neri e bianchi sporchi, si passa strada facendo ad atmosfere rilassate fatte di azzurri, verdi e rosa.

In ogni caso, l’obiettivo di Cézanne era quello di catturare in modo quasi ossessivo la realtà che aveva davanti agli occhi: per questo motivo costringeva i suoi modelli a posare immobili per ore e ripetutamente pur di cogliere ogni minimo dettaglio. Questa sua ossessione è stata, spesso, oggetto di dibattito per molti critici che nei ritratti notavano l’assenza di qualsiasi umanità o emozione: al contrario, l’artista studiava in maniera meticolosa i sentimenti dei suoi soggetti, riuscendo a ridurli in forme e colori con la sua pittura.

Tra i punti di forza della mostra, non poteva mancare il suo autoritratto “Self Portrait in a Bowler Hat“, in cui con uno sguardo inquietante sembra quasi ipnotizzare lo spettatore, e il ritratto della moglie che spesso appare nelle sue opere “Madame Cézanne in a Yellow Chair“. Nell’esposizione si potrà anche visionare il dipinto dedicato all’artista Ambroise Vollard, quello in cui ritrae una donna con la caffetteria, il ritratto del suo giardiniere e quello di un’anziana signora con un rosario.

L’esposizione è, quindi, un vero e proprio viaggio alla scoperta di un artista che non era freddo e distaccato, ma che cercava con la sua arte quella luce nascosta in ognuno di noi. I biglietti sono acquistabili online sul sito della National Portrait Gallery: per gli adulti il prezzo va dai £ 18.00 ai £ 20.00, per i ragazzi dai 12 ai 18 anni il costo è di £ 16.50.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 2