TEMPO-LIBERO/MOSTRE

La più grande mostra dedicata a Botticelli è a Londra

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Quando l’arte classica e quella contemporanea si incontrano, nascono mostre innovative e imperdibili come quella londinese dedicata a uno dei più grandi maestri dell’arte rinascimentale, Sandro Botticelli.

“Botticelli reimagined” (“Botticelli reimmaginato”), questo il titolo della mostra, sarà ospitata al Victoria and Albert Museum di Londra dal 5 marzo fino al 3 luglio. L’esposizione, curata da Mark Evans e Ana Debenedetti, ha l’intento di celebrare l’influenza che il pittore italiano ha esercitato sulle varie forme d’arte contemporanea – non solo pittura, ma anche design, moda e cinema.

La mostra trae ispirazione dal “Ritratto di Esmeralda Brandini”, realizzato da Botticelli nel 1474 e conservato nel museo londinese da oltre un secolo. La particolare tinta rossa dei capelli della donna dipinta aveva portato gli esperti a credere che il quadro fosse stato modificato nell’800 dal suo vecchio proprietario Dante Gabriel Rossetti. Oggi, però, grazie alle nuove tecnologie, si è scoperto che la scelta di quel colore era dovuta proprio a Botticelli. Così, oltre alle opere originali del maestro, al Victoria and Albert Museum sono state messe in mostra circa 150 opere di artisti moderni e contemporanei, da René Magritte a Andy Wharol, che propongono una reinterpretazione delle opere di Botticelli. Il cinese Yin Xin e l’americano David LaChappelle hanno ad esempio ricreato la famosissima “Venere di Botticelli”, mentre la “Nascita di Venere” ha ispirato un capo di una collezione di Dolce e Gabbana. Non troverete solo quadri, quindi, ma anche film, abiti, disegni, fotografie, sculture e stampe accumunate dalla volontà di omaggiare la modernità e il genio del grande pittore fiorentino.

“Botticelli reimagined” è importante anche perché, a Londra, una mostra dedicata a Botticelli  mancava dal 1930. Vissuto tra il 1445 e il 1510, Sandro Botticelli fu uno dei massimi rappresentanti del Rinascimento, ma finì nel dimenticatoio fino al XIX secolo, per poi essere riscoperto in età vittoriana.

Il prezzo del biglietto è £15 per gli adulti, £10 per gli studenti dai 12 ai 17 anni, £13 per gli anziani e tra £25 e £40 per le famiglie ( a seconda dei componenti). C’è anche la possibilità di fare una donazione pagando un piccolo sovrapprezzo. Il museo è aperto dalle 10:00 alle 17:45 tutti i giorni, anche se il venerdì l’orario di apertura si prolunga fino alle 22:00. Per maggiori informazioni, consultate il sito ufficiale del Victoria and Albert Museum.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto