Le 8 imperdibili mostre del 2017 a Londra

Le 8 imperdibili mostre del 2017 a Londra

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il 2017 è arrivato e con esso i musei e gli spazi espositivi londinesi si riempiono di nuove mostre e programmazioni. Il risultato è un’ampia possibilità di scelta tra appuntamenti interessanti, per potersi regalare un pomeriggio dedicato all’intrattenimento e alla cultura. Per rendere più semplice la decisione, abbiamo selezionato per voi, 8 bellissime mostre che non potete perdere in questo nuovo anno, eccole:

Collecting Europe – dal 1° Febbraio

Cominciamo con un’originale iniziativa del Victoria and Albert Museum. La mostra, “Collecting Europe”, diviene un viaggio nel futuro alla ricerca di quello che sarà l’Europa nel 4017 sulla base della complessità politica ed economica attuale. L’evento è interamente gratuito e vedrà la collaborazione di 12 commissioni artistiche che trasformeranno gli spazi all’interno del Museo.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Vanessa Bell (1879-1961) – dall’ 8 Febbraio al 4 Giugno

La Dulwich Picture Gallery presenterà la prima mostra monografica delle opere di Vanessa Bell, sorella della famosa scrittrice Virginia Woolf. Membro del Bloomsbury Group, assemblea artistica sviluppatasi nell’omonimo quartiere londinese, la Bell è acclamata per essere stata una figura fondamentale nel panorama artistico inglese e internazionale del ventesimo secolo. La mostra si propone di mettere in luce l’aspetto avanguardistico del suo lavoro, spesso in contrasto con gli standard repressivi della società Vittoriana nella quale crebbe. Ritratto, paesaggistica e natura morta: i lavori della Bell saranno divisi per tematica tramite 100 dipinti ad olio e su tela, fotografie e opere su carta tematica.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

The American Dream – dal 9 Marzo al 18 Giugno

Per gli appassionati della pop art, il British Museum ospiterà “The American Dream: Pop to the Present”, in cui saranno esposti più di 200 lavori di 70 artisti della celebre corrente artistica degli anni sessanta. Tra le opere anche i ritratti di Andy Warhol raffiguranti Marylin Monroe e lo Sky Garden di Robert Rauschenberg.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Fighting for Peace – dal 23 Marzo al  28 Agosto
All’Imperial War Museum sarà presentata una mostra che esplora l’evoluzione dei movimenti di protesta contro la guerra dalla Prima Guerra Mondiale ai giorni nostri. La mostra, intitolata “Fighting for Peace”, racconta tramite immagini, poster, video e oggetti personali, la storia di individui che si sono tenacemente battuti per la causa pacifista.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

David Hockney’s Collection – dal 9 Febbraio al 29 Maggio
Esponente della pop art britannica, David Hockney, uno degli artisti più amati dagli inglesi, tornerà ad esporre alla Tate Britain con quella che si preannuncia essere la mostra più completa della sua lunga carriera.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

La Conversione della Maddalena di Cagnacci: un capolavoro del Barocco italiano – dal 15 Febbraio al 21 Marzo

Per chi fosse invece più interessato al tocco artistico del Bel Paese, la National Gallery ha annunciato la sua programmazione di cui ben tre mostre su otto sono dedicate all’arte italiana. Dopo più di trent’anni la mostra “La Conversione della Maddalena di Cagnacci: un capolavoro del Barocco italiano” una delle opere più famose di Guido Cagnacci, torna nel Regno Unito dopo più di trent’anni.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

The Credit Suisse Exhibition: Michelangelo & Sebastiano – dal 15 Marzo al 25 Giugno

Sempre alla National Gallery ma nelle gallerie della sala Nord sarà invece ospite una mostra dedicata a Michelangelo e Sebastiano Luciani, che esplorerà lo speciale legame tra i due grandi maestri del Rinascimento. La mostra si concentra su due collaborazioni: la Pietà di San Francesco a Viterbo (1512-16 circa) e la Resurrezione di Lazzaro, dipinto per la Cattedrale di Narbonne.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Giovanni da Rimini: An Early 14th- Century Masterpiece Reunited  – dal 14 Giugno all’ 8 Ottobre

L’ultima mostra sarà dedicata alla figura del pittore Giovanni da Rimini: un Capolavoro di Inizio Trecento, con l’esposizione di un’opera acquistata recentemente dalla National Gallery: Scene dalla vita della Vergine e di altri Santi.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 4
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti