Vanessa Bell alla Dulwich Picture Gallery

Vanessa Bell alla Dulwich Picture Gallery

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Se uno dei propositi per il 2017 è anche quello di introdurre più arte nella vostra vita, proseguite la lettura e date un’occhiata anche a questo articolo sulle 8 imperdibili mostre del 2017 a Londra. Tra quelle da visitare c’è di sicuro la mostra ‘Vanessa Bell: 1879-1941’ che inaugura l‘8 febbraio alla Dulwich Picture Gallery.

Da sempre le donne hanno avuto ruoli marginali in molti ambiti, anche in quello artistico, ma la pittrice e arredatrice britannica Vanessa Bell è un’eccezione. Nata a Londra nel 1879 e forse più conosciuta per essere la sorella della scrittrice Virginia Woolf, Bell si unì già in giovane età al Bloomsbury Group, un circolo di intellettuali, scrittori ed artisti nato proprio nella casa londinese della Bell, situato tra Euston Road ed Holborn, e che comprendeva anche lo scrittore Edward Morgan Forster, l’economista John Maynard Keynes e la sorella Virginia. Bell era una dei membri più tranquilli del gruppo ed era stata soprannominata “la Santa” da Virginia.

Vanessa Bell, The Other Room, late 1930s, 161 x 174 cm, Private Collection, © The Estate of Vanessa Bell, courtesy of Henrietta Garnett.

Bell è stata una innovatrice radicale nell’uso dell’astrazione, del colore e della forma e questa è la prima grande mostra che ha lo scopo di mettere in luce le varie sfaccettature dell’artista.

Pittrice modernista, figura centrale nell’arte inglese del XX secolo, inventrice di un nuovo linguaggio di espressione, Bell in quanto artista è stata però spesso messa in ombra dalla storia della sua famiglia e da questioni sentimentali (l’artista era infatti sposata con il critico Clive Bell, anche lui membro del Bloombsury Group, ma la coppia sosteneva una forma di matrimonio aperto).

La retrospettiva, che raccoglie un centinaio di opere, compresi dipinti ad olio, tessuti, copertine di libri realizzate per la sorella Virginia, fotografie e ceramiche, suddivisi a seconda di tematiche diverse, rivela il lavoro pionieristico della Bell nei generi del ritratto, della natura morta e del paesaggio. Particolare attenzione è posta al suo periodo di sperimentazione più distintivo, ovvero il secondo decennio del 1900. Nonostante il pericolo di una guerra mondiale in arrivo, questi anni per Bell furono caratterizzati da modernità e libertà.

Nel 1912 infatti espose i suoi lavori alle Grafton Galleries a Londra, insieme ad opere di artisti quali Picasso e Matisse. Insieme a Roger Fry e Duncan Grant, entrambi facenti parte del Bloombsury Group, fondò The Omega Workshop, una cooperativa per artisti che si occupavano di arti decorative e che fu attiva dal 1913 al 1919. La sua prima mostra personale però si tenne solo nel 1916 ai The Omega Workshops.

La cornice della mostra è la Dulwich Gallery, il primo museo d’arte pubblico d’Inghilterra e il primo edificio progettato e costruito a scopo espositivo. Ubicato a Dulwich, definita anche la perla del Sud-Est di Londra, il museo fu aperto al pubblico nel 1817 e nella collezione permanente ospita opere di Canaletto, Guido Reni e Rembrandt. Il museo è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 17. Il biglietto per la mostra costa 14£.

Vanessa Bell: 1879-1941, 8 febbraio-4 giugno 2017, Dulwich Gallery, Gallery Rd, Southwark SE21 7AD, London

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti