TEMPO-LIBERO/MUSEI

La nuova Tate Modern Gallery inaugura oggi: se possibile, è ancora più bella

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

17/06/2016. Inagura oggi la nuova Tate Modern Gallery: uno dei musei di arte contemporanea più famosi di Londra, riapre oggi ingrandita e rinnovata con l’inaugurazione della nuova Switch House. Aperta ieri in anteprima per i bambini delle scuole britanniche, tra oggi e domenica 19 giugno il museo ospiterà eventi, seminari e workshop. I lavori hanno interessato il restauro di tre cisterne e la costruzione della Switch House, un edificio del tutto nuovo a pianta irregolare, a forma piramidale, facciate sfaccettate e decorate con mattoncini rossi. Grazie alla nuova costruzione, la Tate Gallery si amplierà di circa 23 mila metri quadrati che verranno adibiti a spazi espositivi, uffici, ristoranti, spazi commerciali e terrazze panoramiche.

 22/03/2016. È uno dei musei di arte moderna e contemporanea più belli al mondo, e presto lo sarà ancora più. La nuova Tate Modern Gallery aprirà il 17 giugno ampliata e completamente rinnovata nel look, con nuovi spazi espositivi e tante iniziative in programma per coinvolgere artisti di fama internazionale e visitatori da ogni parte del globo.

Il nuovo museo, progettato dal prestigioso studio di architettura Herzog & de Meuron, è stato realizzato a febbraio, ma sono ancora in corso gli ultimi preparativi. Non vediamo l’ora di poterlo vedere di persona, ma per ingannare l’attesa possiamo farci un’idea con qualche anticipazione. Iniziate a sognare.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il nuovo edificio

La nuova costruzione avrà forma piramidale e si eleverà per dieci piani al di sopra dei Tanks, lo spazio industriale dedicato a proiezioni, installazioni e performance, accanto alla costruzione originaria del camino. Una soluzione di continuità con il passato, visto l’impiego di mattoni (per l’esattezza 167,699), ma anche qualcosa di radicalmente nuovo: le fessure asimmetriche sulla facciata creeranno dei punti luce naturali all’interno ed un effetto notturno spettacolare all’esterno.

E con oltre il 60% di spazi in più, la Switch House offrirà anche una terrazza panoramica con vista a 360° sul Tamigi, St Paul e lo skyline londinese. I brividi solo a pensarci.

Nuovi spazi, nuove forme d’arte

La Tate Modern ha aperto i battenti nel 2000. Da allora, con oltre 5 milioni di visitatori l’anno, la sua collezione di capolavori internazionali si è andata ampliando significativamente. Questo è il motivo principale per cui si è deciso di ampliare gli spazi: non solo una questione stilistica, ma soprattutto un’esigenza.

Ora avranno più spazio live art e proiezioni, ma anche molte opere finora non esposte, dalla pittura, alla scultura, alla fotografia. Ci saranno piccole sale, quasi intime, ma anche sale talmente grandi da consentire di duplicare le installazioni di larga scala, gli spettacoli e le arti performative. In particolare, i nuovi ambienti consentiranno anche di arricchire la raccolta di opere dall’America Latina, la Russia, l’Africa, l’Europa e in Nord America, con l’obiettivo di mostrare come gli artisti di differenti paesi e culture condividono fra loro il modo di fare arte.

La nuova tate Modern Gallery

© Hayes Davidson and Herzog & de Meuron

Spazio ai giovani e alla tecnologia

Tra le novità, anche tanti progetti digitali e un’app per rendere ancora più interattiva l’esperienza nel museo, oltre ad uno spazio di dibattito e formazione dedicato al ruolo dell’arte nella società di oggi.

Con il programma Tate Collectives, poi, verrà creata un’agenda fissa di workshop, seminari ed eventi appositamente rivolti ai giovani artisti. La cosa interessante è che il programma sarà interamente ideato, coordinato e realizzato proprio da loro in ogni aspetto, ma ci sarà uno spazio in cui tutti potranno curiosare liberamente. In fondo siamo a Londra, chi non si sente giovane e un po’ artista?

La nuova Tate Modern Gallery

© Hayes Davidson and Herzog & de Meuron

Relax e ambiente

Chi ci è già stato lo sa bene: il bello della Tate Modern è dato non solo dalla sua incredibile collezione, ma anche dall’atmosfera di relax e pace che si respira nei suoi spazi, sia all’interno che l’esterno. Non è solo un museo, è un’aerea polifunzionale dove trascorrere anche un’intera giornata senza annoiarsi un secondo: non mancano certo le aree per rilassarsi e fare due chiacchiere, o dove leggersi un buon libro guardando un panorama mozzafiato e sorseggiando un calice di vino.

Se possibile, ora sarà ancora meglio. Oltre alla nuova terrazza, ci saranno anche un altro bar affacciato sulla piazzetta a sud del museo e un ristorante al nono piano, giusto per non farsi mai mancare la vista mozzafiato.

La nuova Tate Modern gallery

© Hayes Davidson and Herzog & de Meuron

Per concludere, non meno importante, una piccola curiosità che sicuramente ci farà apprezzare ancora di più questa nuova Tate Modern: il nuovo edificio è “environmentally friendly”, un modello di sostenibilità ambientale unico nel Regno Unito, in quanto utilizzerà il 54% in meno di energia e produrrà il 44% in meno di carbonio rispetto a quanto consentito dall’attuale normativa.

Ci piace, vero?

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto