TEMPO-LIBERO

Sobborghi di Londra: i quartieri migliori per trovare tranquillità

|


EU Network

Tra traffico e inquinamento, cantieri e via-vai umano, di tanto in tanto anche i londinesi hanno bisogno di staccare dal trambusto cittadino e godersi un po’ di tranquillità. La buona notizia è che potete trovare angoli di paradiso senza lasciare la città, come? Nei sobborghi più silenziosi di Londra.

Nella capitale inglese troverete luoghi per tutti i gusti; ci sono giardini romantici, parchi e canali in cui correre e strade in cui è facile socializzare e farsi nuovi amici. E poi ci sono anche interi quartieri da visitare per rilassarsi lontano dal caos, senza dover prendere una aereo.

In una recente ricerca condotta da Barratt London, sono stati misurati i livelli di inquinamento acustico dell’intera città; partendo dal valore medio espresso in Decibel registrato nel centro di Londra (53.3dB), è stato possibile stilare una lista dei quartieri più tranquilli. È così che abbiamo scoperto che Enfield, Bexley e Islington sono assolutamente da evitare, se l’intento è di riposare il padiglione auricolare; molto meglio Waltham Forest, Croydon e soprattutto Tower Hamlets.

Tower Hamlets, zona Est

Immergetevi nel verde del lussureggiante del parco Old English Garden, costeggiate le sponde del laghetto, ammirate la Pagoda cinese e rilassatevi all’ombra del parco vittoriano. Non sembra neppure di stare nell’Inner Circle.

Non perdetevi una visita al Museo dell’Infanzia, e magari concedetevi una buona pinta allo storico Prospect of Whitby, il famoso pub sulle rive del Tamigi a Wapping. Oppure, meglio ancora, passate l’intero pomeriggio oziando e sorseggiando caffè presso il Trinity Buoy Wharf, l’area dell’ex-stabilimento marittimo del Trinity House posto tra il canale di Bow Creek e il Tamigi.

 

Sutton, zona Sud-occidentale

Perdetevi nel Nonsuch Park, chiamato così perché non esisteva “nessun altro posto simile” in Europa nei secoli scorsi; era uno dei territori di caccia al daino di Enrico VIII, e ora è lì per il vostro intrattenimento londinese.

Dopodiché, dirigetevi al Mayfield Lavender Farm (apre il 1 giugno), e aprite i polmoni durante una spettacolare passeggiata nei campi di lavanda ; infine, date una scossa alla giornata con una visita a Craggy Island che però non è un’isola, bensì un centro al coperto di arrampicata.


Croydon, zona Sud

Nonostante sia il borgo più popoloso tra tutti, è anche uno dei meno caotici; c’è un mulino a vento risalente al 1854, e Farthing Downs, una bella zona verde a ridosso della M25, con fiori ed erbe selvatiche. In pratica, l’equivalente londinese del prato in cui facevate le scampagnate in Italia.

 

Ealing, zona Ovest

Tranquilla enclave residenziale, posta in zona occidentale e non troppo distante dal centro, Ealing è probabilmente una delle zone più belle piacevoli e ben collegate della città. Offre un museo delle bambole e garantisce piacevoli passeggiate lungo l’altro fiume di Londra, il Brent.


Waltham Forest, zona Nord

Un po’ più distante rispetto agli altri della rassegna, il borgo di Waltham Forest si trova nell’Outer London. Riscoperto negli ultimi anni dal mercato immobiliare, ha dalla sua i polmoni verdi di Lloyd Park, Walthamstow Village e Walthamstow Wetlands, dove troverete oche, papere e pesci. In più, ospita diverse dimore storiche, e offre i mitici tè e scones della William Morris Gallery.

Il tuo voto: 3
Voti totali: 2