“The Viktor Wynd Museum of Curiosities”: a Londra il museo delle bizzarrie più assurde

“The Viktor Wynd Museum of Curiosities”: a Londra il museo delle bizzarrie più assurde

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Siete amanti dell’occulto e andate alla ricerca di oggetti particolari e bizzarri? A Londra c’è un museo che fa per voi e che, certamente, vi incanterà per la tipologia di esposizione che offre ai suoi spettatori. Si tratta del “The Viktor Wynd Museum of Curiosities, Fine Art & Natural History“, aperto già da un paio d’anni nel quartiere londinese di Hackney.

Il particolarissimo museo è riconducibile a quelli che tra il XVI e il XVIII secolo si chiamavano “Wunderkammern” o “Camerini delle meraviglie“, ovvero stanze nelle quale erano raccolte ed esposti tutti quegli oggetti che potevano creare stupore in chi li osservava. All’epoca collezionisti privati mettevano, così, a disposizione bizzarrie di ogni tipo come feti, animali deformi, rocce rare, pietre preziose, zanne di elefante, coralli, piante e semi rari essiccati, reperti archeologici e antiche monete.

Viktor Wynd ha portato avanti questa tradizione aprendo il museo che prende il suo nome e che ha la stessa funzione di allora, cioè stupire e affascinare i visitatori con oggetti non convenzionali. Lui stesso, che ha raccolto per anni e anni queste rarità, si definisce un antiquario dilettante, nonché esteta e patafisico, cioè scienziato delle soluzioni immaginarie, tanto da scrivere il libro “Cabinet of Wonders” in cui descrive tutto quello che è possibile ammirare nel suo museo.

Il “Viktor Wynd Museum” è diviso in due parti, una galleria superiore che ospita due mostre l’anno e poi un’altra collezione che invece è permanente. La serie di oggetti esposti è vastissima e davvero variegata: più di cento scheletri di animali, partendo da quelli di topo fino a quelli di elefante, e ancora piume di uccelli estinti, fossili, minerali, animali impagliati, strani vermi, esemplari di farfalla britannica e un acquario contente un’ampia porzione di barriera corallina.

 

Mondo naturale a parte, i visitatori potranno ammirare anche bambole davvero inquietanti, riproduzioni di mostri mitologici, libri di magia nera, teschi miniaturizzati, oggetti di arte tribale provenienti dal Congo e dalla Nuova Guinea, acquerelli del XIX secolo, asce in pietra e, addirittura, la presunta maschera funebre di Napoleone.

 

Insomma, c’è un vero e proprio mondo segreto tutto da scoprire nel museo di Wynd per i curiosi che avranno il coraggio di immergervisi. Dopo il tour nel museo, aperto tutte le settimane dal mercoledì alla domenica dalle ore 12.00 alle 23.00, sarà possibile anche degustare un delizioso cocktail a tema. Al piano superiore del museo, infatti, la fondazione “The Last Tuesday Society” ha aperto un bar in cui potrete fermarvi a rilassarvi con un drink continuando a godere di un’atmosfera misteriosa e magica.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti