Muoversi con i bus a Londra: tutte le info utili

Muoversi con i bus a Londra: tutte le info utili

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il trasporto pubblico a Londra è eccellente e muoversi con i bus è la soluzione migliore per coprire distanze brevi… se non siete su Oxford Street, ovviamente. In quel caso conviene farvela a piedi.

Quello che consiglio sempre a chi visita Londra e non ha familiarità con il sistema di trasporti è: se si può andare da A a B con un unico viaggio in bus si tratta di una buona opzione. Ma se dovete cambiare almeno una volta allora conviene prendere la metro.

Questo perché viaggiando in metro potete effettuare tutti i cambi che volete tra le linee e le stazioni, ma fino a che non uscirete pagherete un singolo viaggio (il cui costo dipende dalla stazione di partenza e quella di arrivo). Sui bus invece dovrete pagare ogni volta che salite su una nuova vettura (oh, mi piace usare parole dal fascino antico).

Potete scoprirlo consultando il sito di Trasport for London: tfl.gov.uk. Con il Journey Planner potete calcolare il vostro itinerario e scoprire che mezzi prendere e quanto tempo ci vuole.

Naturalmente il problema non si pone se avete un abbonamento giornaliero. Ma mettiamo che invece viaggiate con una Oyster card pay as you go, cioè che pagate per ogni viaggio effettuato. Consideriamo l’esempio di un viaggio in zona 1: da Piccadilly Circus alla Tower of London.

Con la Tube si prende la Bakerloo line e si arriva a Embankment: da lì si cambia con la District o la Circle fino a Tower Hill. Con il bus prendete prima il 13 o il 139 per andare a Charing Cross, e da lì di nuovo il 15 per arrivare alla Torre di Londra.

Al momento in cui scrivo (2014) il costo di un viaggio in metro in zona 1 è di 2.20 £; quello di un viaggio in bus è di 1.45 £. Vedete la differenza? Per non parlare del fatto che la metro è sicuramente il mezzo più rapido. Ma questo è un fatto soggettivo. Non tutti sono “londinesi” e vanno di fretta. E soprattutto in molti odiano la metro per il caos che si crea nelle ore di punta, gli strani individui che la popolano (parte del suo fascino, a mio personale parere) e la sensazione di claustrofobia. E preferiscono di gran lunga viaggiare su un bus che gli permette di godere il panorama lungo il tragitto.

Sì, proprio panorama. I bus londinesi sono i famosi double-decker, a due piani, e al piano superiore si ha davvero l’impressione di effettuare un sightseeing della città. Poi ogni tanto ci si spaventa perché i finestrini sbattono contro i rami degli alberi, ma questa è un’altra storia.

Adesso qualcuno dirà: “Ma se non ho la Oyster quanto mi costa il biglietto del bus?”. Fino a poco fa era possibile pagare a bordo del bus per il viaggio. Ma da luglio 2014 i bus sono diventati cashless: ovvero, gli autisti non accettano più contanti. Quindi se non avete una Oyster, vi sono solo due modi per pagare.

– Una contactless card: una carta di debito, credito o prepagata che si appoggia al lettore per i pagamenti esattamente come una Oyster, e non richiede il pin. Anche in questo caso la tariffa è di 1.45 £.
Un abbonamento giornaliero (daily travelcard): un biglietto cartaceo magnetico con cui potete viaggiare illimitatamente su bus e underground. Il costo dipende dalla zona che volete coprire con la metro: a prescindere, però, la daily travelcard vi permette di muovervi con i bus tra zona 1 e 6. Il prezzo più basso che potete pagare è di 8.90 £, che corrisponde a zona 1-2 se lo acquistate per la fascia off peak (dopo le 9), o 9 £ se nella peak time.

So già cosa state pensando: e se io ho bisogno di fare un solo viaggio in bus durante la giornata e non ho una contactless card come faccio? Posso mica spendere 9 £? Morale: fatevi una Oyster card.

In effetti il nuovo sistema di pagamenti non tiene conto delle esigenze di chi a Londra ci passa per poco tempo (come molti turisti) e sembra più una furbata per fare cassa. Ma hanno introdotto una novità degna di nota: se si sale su un bus e si scopre proprio malgrado di non avere abbastanza soldi sulla Oyster, si può viaggiare lo stesso. Non illudetevi, non sarà gratis: il vostro bilancio andrà in negativo e alla prima occasione dovrete ricaricare la Oyster, che terrà anche conto del debito che avete. Ma almeno non rischierete mai di restare a piedi se dovete prendere il bus.

Che, per la cronaca, in inglese si dice “bas“.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti