Logo Londra Da Vivere
TRASPORTI/METRO

Accordo Apple e TfL! Al via i pagamenti veloci dei mezzi pubblici col cellulare

|
EU Network
AEMORGAN

Mentre in Italia si discute ancora su tornelli nei mezzi pubblici, il resto del mondo va avanti complicando la vita a chi bara, e semplificandola a chi, invece, fa il suo dovere. A Londra, per esempio, è finalmente possibile pagare il biglietto della metro o dell’autobus direttamente col telefonino, e ancora più rapidamente di prima, grazie ad un accordo tra Apple e la società dei trasporti pubblici TfL. La notizia non è ancora ufficiale, ma vi confermiamo che la cosa funziona già su alcune tratte.

Quattro mesi fa, a inizio giugno, Transport for London diceva: “Stiamo facendo discussioni positive con Apple riguardo l’abilitazione dell’Express Transit per i dispositivi Apple sulla rete TfL. Maggiori informazioni riguardo le tempistiche e i piani saranno disponibili più in là.” E poco dopo, su Twitter, aggiungeva: “stiamo lavorando gomito a gomito con Apple per consentire di introdurre i benefìci di questo aggiornamento sulla rete dei trasporti londinesi nei prossimi mesi.”

Al tempo non fu rilasciata alcuna data ufficiale per il lancio, ma è evidente che non debba mancare molto, sebbene neppure sul sito Apple si faccia menzione alla cosa.

Possiamo affermarlo con certezza perché, a partire da ieri, alcuni londinesi sono già riusciti a pagare il biglietto di autobus e metro attraverso il proprio iPhone e Apple Watch. Abbiamo conferme documentate sull’U5 tra Hayes e Uxbridge, oltreché tra le stazioni di Ealing Broadway e Farringdon.

Ma attenzione, non parliamo del vecchio sistema, ma del nuovo Apple Pay Express Transit introdotto con uno degli ultimi aggiornamenti di iOS.

Si tratta di un’evoluzione di Apple Pay, pensata apposta per le microtransazioni a singola cifra. A differenza del sistema standard di pagamenti, che prevede il riconoscimento biometrico attraverso impronta digitale o scansione del volto, l’Express Transit richiede solo di avvicinare il telefono sul terminale posto all’entrata dei mezzi pubblici.

Ciò consentirà di accelerare enormemente le operazioni di pagamento, e dunque snellirà la congestione davanti ai tornelli.

I pendolari di Londra già da tempo utilizzano Apple Pay per pagare una corsa presso i terminali Oyster o direttamente ai gate, ma prima devono autenticarsi con Face ID, Touch ID o col codice di sblocco; con Express Transit invece tutto questo diventerà un ricordo del passato.

Grazie a questa iniziativa, Londra conferma ancora una volta la propria vocazione pioneristica, visto per ora Express Transit è disponibile solo in Giappone (con le carte Suica), a Pechino e Shanghai, negli USA, sulla rete TriMet a Portland e sull’MTA di New York.

Per godere di tanta praticità, è sufficiente possedere un iPhone SE, iPhone 6s, o un iPhone 6s Plus e tutti i modelli successivi aggiornati almeno ad iOS 12.3, oppure Apple Watch Series 1 e 2 e versioni successive. I possessori di iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR e modelli successivi possono avvalersi del Express Transit anche se il telefono è in modalità di risparmio energetico. Infine, il costo del biglietto acquistato con tali modalità è assolutamente identico a quello cartaceo tradizionale.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0