TRASPORTI/METRO

Bank Station: disagi per i prossimi 4 anni

|
EU Network

Probabilmente ve ne sarete già accorti, ma da qualche tempo sono partiti i lavori di ammodernamento della fermata e della linea Bank Station della metro. Seguiranno quattro anni di disagi e seccature, ma alla fine ne sarà valsa la pena. Ecco perché.

Posta su King William Street, la Stazione Bank (così chiamata perché in prossimità dalla Banca d’Inghilterra) è il nodo di interscambio tra cinque linee della metro di Londra e la Docklands Light Railway, ed è oggettivamente un dedalo di tunnel bui e poco rassicuranti.

Ma questo è uno scenario destinato a cambiare in tempi rapidissimi. Il cantiere sarà chiuso nel 2022 e consentirà di aumentare del 40% la capacità della stazione, ottimizzando il tracciato metropolitano e aggiungendo nuovi servizi, sopra e sotto l’asfalto.

A livello superiore, Cannon Street si guadagnerà una nuova entrata; più in basso, invece, arrivano due ascensori, due percorsi a nastro, e ben dodici nuove scale mobili che consentiranno di passare senza fatica dalla Northern line alla DLR e viceversa. Una novità importante che consentirà un accesso totale anche per i portatori di handicap.

In più, la linea attuale della Northern line verrà deviata verso un nuovo tunnel con una banchina ad hoc che ridurrà i tempi di interscambio e creerà al contempo più spazio per i passeggeri. Purtroppo, però, ci sono tempi tecnici ineludibili e le migliorie in programma creeranno parecchi disagi nei mesi a venire.

Fino ad agosto 2020, la linea resterà chiusa all’altezza della fermata Bank in entrambe le direzioni, tra Moorgate e Kennington; niente treni diretti a Sud, mentre quelli verso Nord passeranno senza fermarsi. Poi, la situazione inizierà progressivamente a migliorare.

A questo, dovrete aggiungere i due cantieri su strada:

  • L’area delimitata da Cannon Street, Abchurch Lane, King William Street e Nicholas Lane costituisce il blocco principale dei lavori. È lì infatti che verranno create la nuova entrata, l’accesso per disabili e le scale mobili.
  • Gli scavi del nuovo tunnel, invece, bloccheranno in parte Arthur Street, il che implica che verrà chiusa ai veicoli. Il passaggio sarà garantito solo a pedoni, ciclisti a piedi ed eccezionalmente ai servizi di consegna. E comunque non sarà uno spettacolo piacevole.

Per lenire i malumori, e venire incontro ai cittadini, sarà potenziata la linea Charing Cross col 33% di corse giornaliere aggiuntive. Inoltre, vi consigliamo di considerare l’autobus e i treni per tutto il periodo dei lavoro, in particolare per le tratte da Waterloo a London Bridge e da London Bridge a Cannon Street. Ma soprattutto, armatevi di tanta pazienza.

Il tuo voto: 3
Voti totali: 2