TRASPORTI/METRO

Inquinamento a Londra: la maggiore quantità di smog si respira in metro

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

È cosa ben nota che le strade di Londra siano molto inquinate, soprattutto in alcune aree come Oxford Street, King’s Road e Putney High Street, che hanno superato il limite di inquinamento orario massimo stabilito ben 1100 volte nel 2016. Come evitare il traffico e l’inquinamento? Molti di voi penseranno che viaggiare in metro, oltre al fatto di permettere spostamenti molto più veloci che in bus o in auto, ci consenta anche di respirare meno smog.

Purtroppo, non è così: secondo un nuovo studio della University of Surrey, viaggiare in metropolitana espone i viaggiatori a uno smog otto volte superiore a quello che si respira per strada. Attraverso dei monitor indossati dai passeggeri della Underground duranti i loro spostamenti giornalieri in metro, i ricercatori hanno rilevato che le persone in causa sono state esposte a 68mg di PM10 – un agente tossico – mentre gli autisti per strada sono esposti a 8.2 mg a causa dei gas di scarico.

In particolar modo, i pendolari più esposti all’inquinamento sono coloro che viaggiano nelle carrozze con le finestre aperte (la scelta quindi si fa ardua tra il morire lentamente a causa dello smog o a causa dell’odore nauseabondo che spesso e volentieri ristagna in metro) e coloro che utilizzano la Victoria e la Northern line, dove sono stati rilevati livelli più alti di PM (Particulate Matter o Materia Particolata, materiale presente nell’atmosfera in forma di particelle microscopiche).

Inoltre, lo studio ha anche dimostrato che i viaggi in tube al mattino sono più inquinanti di quelli del pomeriggio e della sera. Per quanto riguarda invece le corse in bus, i viaggiatori sono esposti a una media di 38mg di PM10 – la metà circa dei passeggeri della metro.

Sembra quindi che gli automobilisti siano i meno esposti all’inquinamento atmosferico; tuttavia, le auto causano la maggior parte degli agenti inquinanti, e di tipo generalmente più dannoso per l’uomo di quelli che si respirano in tube. I nostri polmoni, in ogni caso, ringraziano.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto